Lettera ECA: cos’è emerso dopo la riunione con UEFA e Leghe

Iscriviti
agnelli
© foto www.imagephotoagency.it

Lettera ECA: cos’è emerso dopo la riunione con UEFA e Leghe programmata per parlare della questione calciomercato

Proseguono le riunioni per cercare una soluzione in un momento difficile come questo. ECA, Uefa e Leghe hanno parlato dei contratti dei giocatori e alle questioni relative ai trasferimenti. L’ECA ha successivamente scritto una lettera spiegando la situazione emersa.

SITUAZIONE – «Le Linee Guida stabilite chiariscono che, quando si tratta di contratti di lavoro e di accordi di trasferimento, deve prevalere l’autonomia contrattuale delle parti e che, di conseguenza, la decisione sull’opportunità di modificare le condizioni di un contratto (ad es. Modifica / proroga della data di scadenza / data di inizio di un contratto di lavoro) è soggetta alla volontà delle parti di tale contratto. Nonostante questo, al fine principalmente di preservare l’integrità delle competizioni e la stabilità delle squadre, la FIFA raccomanda che, in quei campionati che saranno completati dopo la data prevista inizialmente, i giocatori estenderanno i loro contratti esistenti in modo da completare la stagione con il loro club attuali. Ad esempio, se l’attuale data di scadenza del contratto è il 30 giugno 2020 e la data di fine effettiva della stagione corrente è il 31 luglio 2020, il contratto può essere prorogato dalle parti fino al 31 luglio 2020. I club potrebbero anche aver bisogno di riorganizzare i termini di un accordo di trasferimento o di un prestito precedentemente firmato».

Condividi