Connettiti con noi

Esclusive

Marchionni: «Che colpo Vlahovic! E’ forte e da Juve» – ESCLUSIVA

Pubblicato

su

Marco Marchionni, ex Juve e Fiorentina, ha parlato in esclusiva a Juventusnews24 dell’affare Vlahovic e non solo

La Juventus è sempre più vicina a piazzare il colpo Vlahovic dalla Fiorentina, proseguendo la storia degli affari tra le due società sul mercato. Marco Marchionni, ex giocatore di entrambe le squadre, ha detto la sua su questo possibile, clamoroso trasferimento.

Da Vlahovic al futuro di Dybala, Cuadrado, Arthur e molto altro ancora: ecco in esclusiva le parole dell’allenatore del Novara a Juventusnews24.

L’ha sorpresa questa accelerata così decisa della Juve per Vlahovic?

«No, so come lavorano alla Juve. Se vogliono veramente un obiettivo, non fanno tanti proclami e lavorano sottotraccia. E’ un colpo che ci sta perché la Juve ha bisogno di un giocatore forte e lui è forte. Dipende anche dal tipo di operazione che vuole la Fiorentina. Se la Juve si aggiudica Vlahovic fa un grande colpo perché è giovane ed è da Juve. I numeri parlano».

Cosa porterebbe Vlahovic alla Juve?

«Sulla carta porta i gol, poi però li deve fare. E’ un giocatore che ne sta facendo tanti in questo momento e sta anche giocando bene perché aiuta la squadra».

In questa Juve riuscirebbe a replicare i numeri straordinari fatti vedere alla Fiorentina?

«Certo. La pecca della Juve di ora è che non ha fatto tanti gol. Quindi le serve un finalizzatore e in questo senso Vlahovic ha le caratteristiche giuste. Alla Fiorentina fa tanti gol, io credo sia il giocatore giusto per la Juve».

Lei ha vissuto sia l’ambiente di Torino che di Firenze: come giudica la reazione dei tifosi della Fiorentina contro Vlahovic di questi giorni?

«E’ diventata la normalità, tanti giocatori della Juve passano alla Fiorentina come tanti della Fiorentina passano alla Juve. E’ normale che ai tifosi dispiace perché va via un giocatore forte per loro. Poi in più c’è questa rivalità con la Juve che enfatizza tutto, ma sono giochi che ci stanno. Sono successi e succederanno ancora».

Dopo un inizio complicato la Juve nelle ultime settimane ha risalito la china: ce la farà ad agguantare il tanto agognato quarto posto?

«La Juve, finchè la matematica è dalla sua parte, deve puntare al più grande obiettivo. Se avesse vinto a Milano col Milan forse si sarebbe potuto parlare anche di altro. In questo momento ha molta differenza di punti rispetto alla vetta, però la Juve non muore mai e può ambire a tutti. Deve provarci fino alla fine finché la matematica non la condanna. Altrimenti non ha senso spendere tutti questi soldi per Vlahovic».

Che idea si è fatto sul tira e molla per il rinnovo di Dybala?

«Sono strategie. A volte si parla troppo di questo rinnovo. Il tempo ce n’è, per Dybala non credo ci siano problemi, ma ognuno deve meritarsi alla Juve. Lui è un grande campione e vuole ambire a qualcosa di importante. Se la Juve sarà alla sua altezza, è normale che poi sarà più facile proseguire con il rinnovo».

C’è anche un altro giocatore in scadenza di contratto che per caratteristiche somiglia un po’ al Marchionni calciatore: Juan Cuadrado. Lui resterà alla Juve?

«Lui è molto più forte di me (ride). Loro sanno quello che sta succedendo per i rinnovi. Bisogna star dentro per capire quali sono le intenzioni della Juve e dei giocatori in scadenza».

A centrocampo è necessario qualche intervento sul mercato per aumentare il numero di gol?

«Prima di tutto i gol devono farli gli attaccanti. Se poi ci sono pochi gol da loro, qualcosa manca. Solo Allegri può rendersi conto di quello di cui c’è bisogno».

Sul fronte cessioni da giorni si parla di un possibile addio di Arthur: merita la permanenza alla Juve?

«Secondo me sta soffrendo un po’ come tutta la squadra. Per me è un giocatore bravo e che dà equilibrio. Credo che può piacere ad Allegri. Per ma va venuto, può essere utile alla causa».

Il 15 febbraio la Juve torna a giocare in Champions negli ottavi di finale contro il Villarreal: che partita sarà?

«Mi immagino sicuramente che sarà una bella partita. Sicuramente il Villarreal è una squadra complicata, però è sempre la Juve e quindi sarà molto difficile anche per il Villarreal incontrarli».

Lotta scudetto: l’Inter capolista è la favorita assoluta per la vittoria?

«Non è la favorita assoluta, ma ha una squadra forte che può tranquillamente vincere lo scudetto».

Si ringrazia Marco Marchionni per la cortesia e la disponibilità mostrate in occasione di questa intervista