Marotta e il Coronavirus: «Juve-Inter segno premonitore di Zhang»

© foto www.imagephotoagency.it

L’amministratore delegato dell’Inter Beppe Marotta ha parlato delle polemiche nei confronti di Zhang, prima dello scoppio della pandemia

Beppe Marotta media day. L’ex amministratore delegato della Juventus, ora all’Inter, ha parlato ai microfoni di Sky Sport, commentando le polemiche, prima dello scoppio della pandemia, inerenti anche a Juventus-Inter e al malcontento dei nerazzurri. Ecco le sue parole.

«Steven Zhang all’inizio è stato mal compreso, la sua esternazione è stata solo frutto della forte preoccupazione per quanto stava accadendo in Italia in relazione a quanto era già successo in Cina. Preoccupazione e allarmismo verso una situazione che poteva degenerare, come poi è avvenuto, da un momento all’altro. Voglio ricordare quanto erano forti i nostri dubbi sul giocare la partita contro la Juventus a porte aperte. Quello è stato un segno premonitore lanciato dal nostro presidente di una situazione che poi è degenerata in una epidemia con migliaia di morti».

Condividi