Milan, stop agli allenamenti. Romagnoli: «Ci siamo guardati negli occhi»

romagnoli
© foto www.imagephotoagency.it

Milan, stop agli allenamenti. Romagnoli: «Ci siamo guardati negli occhi». Le parole del capitano rossonero

Il Milan ha smesso di allenarsi per l’emergenza Coronavirus.

Alessio Romagnoli, capitano rossonero, ha commentato così la situazione sul sito ufficiale del club rossonero: «...Il Covid-19 è un avversario subdolo e (per ora) inafferrabile. L’unico modo per metterlo in fuorigioco è seguire le indicazioni degli esperti, essere sempre responsabili, restare a casa. Dovremo fare dei sacrifici, ma la salute conta di più del calcio, dello sport che amo. Dovremo evitare posti affollati e faremo il nostro ‘smart training’. Arrivederci Milanello. Limiteremo al massimo gli spostamenti, da fare solo se necessari. Dobbiamo restare a casa il più possibile se vogliamo cercare di invertire questa diabolica escalation e vedere finalmente calare il numero dei contagi e dei decessi, mettere il Covid-19 all’angolo. A Milanello, ieri, ci siamo guardati negli occhi. Tutti d’accordo: era necessario, almeno per un po’, fare ciò che è stato giustamente chiesto a tutti, non uscire dalle proprie abitazioni. Stare con i propri cari. Possiamo essere d’esempio, e, se per qualche giorno non ci ritroveremo al campo, vorrà dire che ci terremo in forma a casa con programmi personalizzati. Faremo lo ‘smart training’, appunto. Salterà anche qualche cena con gli amici, ma sarà ancora più bello abbracciarci quando tutto questo sarà finito».