Moggi: «La Juve dava fastidio perché vinceva troppo»

moggi
© foto www.imagephotoagency.it

Luciano Moggi torna a parlare dei suoi anni alla Juve e rivela: «Ce l’avevano con noi perché vinceva troppo»

L’ex dirigente bianconero Luciano Moggi ha parlato a Sportitalia, tornando sul suo periodo alla guida della Juve.

«La grazia io non la voglio. Adesso c’è la Corte europea che stabilirà cosa fare ma se mi daranno la grazia, io ci rinuncio. La grazia deve averla chi ha fatto qualcosa, io non ho fatto niente. Ce l’avevano con la Juventus perché vinceva troppo. L’ha detto il presidente del Coni di allora, Gianni Petrucci, nel momento in cui ha dichiarato che una squadra che vince troppo è dannosa per il proprio sport. Senza contare poi che la morte dell’avvocato Agnelli ci aveva resi orfani e deboli: era facile attaccare la Juventus e poterla distruggere inventando le cose».

Condividi