Connettiti con noi

News

Moggi: «Cuadrado-McKennie, col Bologna ho visto un buon segnale»

Pubblicato

su

Luciano Moggi, ex dirigente bianconero, parla del momento della Juve dopo le vittorie contro Napoli e Bologna

Intervenuto sulle pagine di Libero, nel suo editoriale Luciano Moggi parla del momento della Juve, reduce dalla vittoria in Supercoppa e dai 3 punti ottenuti contro il Bologna.

«La Supercoppa di mercoledì scorso serviva alla Juve per recuperare l’autostima dopo la débacle conl’Inter e al Napoli per continuare la serie positiva, dopo il fragoroso 6-0 inflitto alla Fiorentina. Il risultato ha detto Juve e i riflessi positivi per i vincitori e negativi per i vinti non hanno tardato a manifestarsi in campionato. A Torino infatti la Juve carica di autostima batteva un volitivo Bologna (2-0) che non si è mai dato per vinto. Partita divertente, continui capovolgimenti di fronte, nessun accorgimento difensivo, tanta intensità. Con i bianconeri sempre in controllo, grazie al rientro di Chiellini che ha ridato fiducia e ordine a tutto il reparto difensivo, difficilmente superabile quando lui è in campo. Grande prestazione di Cuadrado, imprescindibile in questa squadra, e McKennie che va anche in gol per il 2-0 sfruttando la solita palla inattiva. È presto per dire che Pirlo abbia trovato la quadra, perché la Juve è stata facilitata dal gioco del Bologna senza alchimie difensive, andato a Torino addirittura per vincere e sconfitto nel gioco delle ripartenze. Ma gli scambi continui di ruolo, visti in corso d’opera, tra Cuadrado che attacca e McKennie che lo supporta e viceversa, sono già un buon segnale».

LEGGI ANCHE: Rassegna stampa Juve: le prime pagine di oggi

Continua a leggere
Advertisement