Moratti: «La Lega non è unita. Solo Lukaku ha parlato in maniera chiara del pericolo»

Iscriviti
moratti
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni dell’ex presidente dell’Inter, Massimo Moratti, sulle liti in Lega Calcio e anche sul Covid-19

L’ex presidente dell’Inter Massimo Moratti è intervenuto ai microfoni di TeleRadioStereo parlando dell’emergenza Covid-19: «Approfittarsi di questo per potersi portare a casa ognuno il proprio vantaggio è una delle cose peggiori che possano capitare. Ora ci sarebbe bisogno di unità di intenti e ci sono molti esempio di come non si stia andando in questa direzione. La Lega non è unita neanche al suo interno e questo lascia dai dubbi».

GIOCATORI DIFESI – «Le squadre di calcio come patrimonio hanno i giocatori e questi vanno difesi. Proprio per questo motivo bisogna prestare molta attenzione alla possibile ripartenza del calcio, io starei più attento di quanto in questo momento temo siano le squadre di calcio».

I MEDICI – «Ho parlato con alcuni medici e sono molto prudenti. Mi è piaciuta la scelta dell’Inter di far parlare Piero Volpi in modo tale che raccontasse la brutta avventura che ha avuto e che facesse capire quanto sia pericoloso».

I CALCIATORI – «Loro amano il loro lavoro ma ho sentito solo Lukaku che ha parlato chiaramente presentando in maniera evidente il pericolo. Poi se gli assicurano che tutto questo sia sicuro è ovvio che i giocatori non possono fare altro che scendere in campo».

Condividi