Connettiti con noi

News

Pagelle Fiorentina Juve Primavera: Iling non perdona, vola Garofani VOTI

Pubblicato

su

I voti e i giudizi ai protagonisti del match di campionato tra viola e bianconeri: pagelle Fiorentina Juve Primavera

Le pagelle di Fiorentina Juve Primavera, sfida valida per la 27esima giornata di campionato. I voti e i giudizi ai protagonisti del match tra i viola e i bianconeri. LA CRONACA DEL MATCH

Garofani 7 – La parata sulla punizione di Corradini è la fotografia della sua partita. Volo d’angelo e colpo di reni impressionante.

Leo 6 – La Fiorentina sfonda spesso e volentieri dal suo versante. Prende le contromisure nel corso della partita.

Riccio 7 – Tiene sempre alto il livello di attenzione, non abbassando mai la guardia. Impeccabile in marcatura.

Nzouango 7 – Francobolla il trio Munteanu-Spalluto-Agostinelli, non lasciando il tempo di pensare e agire a chi si presenta nella sua zona di competenza.

Ntenda 6.5 – Spinge con costanza nell’arco della partita. Sfiora il gol nel secondo tempo, superando tre avversari in velocità ma venendo murato in area.

Iling-Junior 7.5 – Arma in più della Juventus in questa parte di stagione. Altro gol e prova di maturità in un ruolo intrepretato bene per ovviare alle tante assenze.

De Winter 6.5 – Torna alle origini, venendo avanzato davanti alla difesa per necessità. Protegge bene il reparto arretrato, recuperando un buon numero di palloni nell’interdizione.

Hasa 6 – Senza paura da sotto età, ma la morsa del centrocampo della Fiorentina gli impedisce di brillare sul prato del Bozzi. Dal 55′ Sekularac 6 – Più freschezza in mediana.

Soulé 6.5 – Cerca di legare centrocampo e attacco sulla trequarti. Per vie centrali, però, non è sempre facile trovare sbocchi. Dai suoi piedi prende vita l’azione del gol di Iling. Dal 73′ Bonetti 6 – Aggiunge fisicità al reparto.

Chibozo 6.5 – Solo lui poteva trovare quel pertugio per servire l’invito a nozze a Iling. Dall’85’ Cerri SV.

Sekulov 6 – Attacco molto mobile e variabile quello formato da lui e Chibozo. È il riferimento più avanzato della Juventus, dando così profondità. Dall’85’ Cotter SV.

All. Bonatti 6.5 – Vittoria sporca ma preziosissima. Sfruttata una delle poche palle gol con cinismo: abbinamento perfetto con la grande solidità difensiva.