Connettiti con noi

News

Pagelle Juve Inter: Morata e Vlahovic illudono, De Ligt ingenuo – VOTI

Pubblicato

su

I voti e i giudizi ai protagonisti del match, valido per la finale di Coppa Italia 2021/22: pagelle Juve Inter

I voti e i giudizi ai protagonisti del match, valido per la finale di Coppa Italia 2021/22: pagelle Juve Inter. LA CRONACA DEL MATCH

VOTI

Perin 6 Incolpevole sui gol subiti, cerca di tenere viva la sua squadra con parate che evita un passivo ancora peggiore. Nel finale crolla insieme a tutta la retroguardia.

Danilo 5 Soffre e non poco le incursioni su quella fascia di Perisic e compagni, in fase offensiva è praticamente assente. Dal 42’ Morata 6.5 Entra e cambia, almeno in un primo momento, l’esito della finale. Prima con la zampata valevole per l’1-1, poi con altri spunti interessanti. Purtroppo per lui, e per la Juve, non basta per conquistare il trofeo.

De Ligt 5 Il suo inizio di partita è complicato, in particolare in fase difensiva in cui spesso è spesso sotto pressione. Poi sembra riprendersi insieme a Chiellini, prima di cadere sotto i colpi dei nerazzurri nell’extra-time.

Chiellini 7 Un muro in difesa, è stato un punto di riferimento per i suoi compagni per tutta la serata dell’Olimpico. Solito enorme spirito di sacrificio da parte del capitano, che non si risparmia mai in difesa. Dal 84′ Arthur 5.5 Il suo ingresso nelle intenzioni di Allegri avrebbe dovuto dare più geometria alla manovra bianconera. Tutt’altro, i bianconeri non riescono con lui a trovare continuità nella costruzione del gioco.

Alex Sandro 6 Avvio in cui va molto in difficoltà, poi si riprende e cresce per attenzione insieme a tutta la sua squadra. Dal 91′ Pellegrini 5 Non altrettanto bravo rispetto al compagno, né in fase di chiusura né in quella di costruzione. Sbaglia in ogni tentativo di traversone.

Zakaria 6 Un po’ morbido in fase di copertura, in particolare in occasione della rete di Barella. Buoni invece i suoi spunti palla al piede nella metà campo avversaria. Dal 67’ Locatelli 5 Entra in un momento molto delicato della partita e va subito un po’ in affanno. Nel finale dei tempi regolamentari rimedia anche un giallo per un’entrata scellerata: l’inizio della fine per i bianconeri.

Rabiot 6 Uno dei più ispirati in avvio, con interessanti progressioni palla al piede. Nella ripresa si conferma su questi alti livelli, salvo poi calare nei tempi supplementari.

Cuadrado 5.5 Offre una buona spinta lungo la sua corsia, che ara con regolarità in un senso e nell’altro. Dà una mano anche in fase difensiva. Nell’extra-time finisce la benzina e non riesce più ad incidere.

Dybala 6 Ci prova con qualche squillo in avvio senza riuscire a impensierire Handanovic. Poi sale in cattedra e incanta l’Olimpico con giocate (e assist) d’alta scuola. Dal 100′ Kean 5 Non riesce ad imporsi in un finale di gara infuocato.

Bernardeschi 6.5 Buon spirito di sacrificio, è uno dei più propositivi sia nella prima frazione (in cui non è brillante nel complesso la squadra di Allegri) sia nella ripresa. Dal 67’ Bonucci 5.5 Non consegna sicurezza ad un reparto che ne avrebbe avuto bisogno per il finale di gara. È protagonista in negativo in occasione del rigore che Lautaro Martinez si conquista d’astuzia.

Vlahovic 6.5 Lotta e fa a spallate nel mezzo, ci prova con qualche squillo (al 23’ trova la grande risposta di Handanovic) e nella ripresa i suoi sforzi vengono premiati con la rete del vantaggio bianconero.

Allegri 5 Avvio shock da parte della sua squadra, che subisce in maniera eccessiva il palleggio interista. L’intervallo serve a riordinare le idee per poi tornare in campo con un piglio totalmente differente, ma nel finale perde la testa e lascia naufragare i suoi.