Pagelle Pontedera-Juventus U23: Ranocchia sfortunato, mezzo sorriso Brighenti VOTI

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

I voti ed i giudizi ai protagonisti del match di Serie C tra la formazione toscana ed i bianconeri: pagelle Pontedera-Juventus U23

Le pagelle dei protagonisti del match di Serie C tra il Pontedera e la Juventus U23. LA CRONACA DEL MATCH

Israel 5.5 – Non perfetto sul gol del vantaggio del Pontedera, con Catanese che ha approfittato della sua respinta corta.

Delli Carri 7 – Ha sulla testa l’occasione per segnare ma non trova la porta. Impeccabile in fase difensiva.

Alcibiade 6.5 – Minuti sulle gambe importanti al rientro dopo un lungo stop. È tornato con il suo carisma alla guida del reparto.

Coccolo 6.5 – Risolve parecchie situazioni complicate a sinistra, mantenendo sempre altissima la concentrazione.

Wesley 6 – Si intravedono già i suoi progressi in fase difensiva. Pochissime sbavature in copertura, ma è mancata un po’ di spinta in fascia. Dal 91′ Barbieri SV.

Peeters 6 – Fa sentire il suo fisico in mezzo, recuperando tanti palloni nell’interdizione.

Ranocchia 7 – La sfortuna, Sarri e il palo gli negano il gol. Impressiona sempre per la sua facilità di calcio dalla distanza.

Felix Correia 6.5 – Avversari con le antenne dritte ogni qualvolta prende il largo sulla fascia. Non sempre è preciso, però, nella scelta dei passaggi, anche se dal suo guizzo nasce il rigore del pareggio di Brighenti.

Rafia 6 – Prova due tiri a giro poco precisi nel primo tempo, aggiustando la mira nella ripresa. Sarri lo mura con un gran intervento.

Fagioli 6 – Particolarmente ispirato tra le linee, dove mostra le sue qualità palla al piede. Dal 61’ Petrelli 5.5 – Non ha occasioni sotto porta per incidere.

Brighenti 6.5 – Completamente isolato in avanti nel primo tempo, con i compagni che tardano anche a servirlo. Nella ripresa arriva il primo sorriso in bianconero, con il rigore che vale l’1-1.

All. Zauli 6 – Sicuramente un’altra Juve nel secondo tempo. Serve ripartire da lì per la prossima sfida contro la capolista Renate.

Condividi