Connettiti con noi

Hanno Detto

Pessotto: «Sono le partite che volevamo. I giovani e la medicina per il calcio…»

Pubblicato

su

Gianluca Pessotto, dirigente della Juventus U23, ha parlato prima del fischio d’inizio del match contro il Padova: le dichiarazioni

Gianluca Pessotto ha parlato a Eleven Sports prima di Padova-Juventus U23.

SECONDA SQUADRA – «Da parte nostra siamo molto soddisfatti. Essere da soli non aiuta, si era parlato ai tempi di una rosa più allargata di candidati ma ad oggi non si vedono altri pronti ad entrare ma sarebbe un bene. Negli anni abbiamo valorizzato i nostri giocatori, portiamo l’esperienza di quanto visto all’estero dove da molti più anni hanno intrapreso questo progetto con ottimi risultati. Guardare fuori non è la medicina ma una soluzione a patto che tutti ragionino in maniera univoca e non solo di campanile».

CAMPIONATO – «Dove vogliamo arrivare non so, intanto ci godiamo questa serata contro un avversario così forte. Siamo contenti, speriamo che i ragazzi facciano una bella partita. Ci siamo meritati di essere qui. Il campionato è stato altalenante, ma abbiamo fatto anche tanti passi in avanti da tutti i punti di vista. Vincere su campi difficili come Renate ha dato consapevolezza. Sono serate che ci aiutano a capire la personalità dei giocatori. Stasera daremo altri minuti a Nicolussi che, insieme agli altri, spero mettano in campo tutto il loro talento».

ANDATA – «Serve un’impresa contro una squadra fortissima che ha dimostrato di meritare di salire direttamente. Serve una partita da non sbagliare. All’andata è stata una gara aperta, noi abbiamo avuto le nostre chance ma non abbiamo segnato. Oggi dobbiamo essere attenti sfruttando le nostre occasioni».

PLAYOFF – «Uno dei motivi per i quali ci siamo iscritti era quello di affrontare queste partite. Entra in gioco una situazione ambientale di un certo tipo che acceleri la crescita dei ragazzi».