Petrachi: «La Roma deve lavorare sulla mentalità. Ciò che è successo con il Toro…»

© foto www.imagephotoagency.it

Gianluca Petrachi, direttore sportivo della Roma, ha rilasciato un’intervista prima della partita contro la Juve. Le sue dichiarazioni

Ai microfoni di Sky Sport, Gianluca Petrachi ha parlato prima del fischio d’inizio di Roma Juve. Di seguito riportate le dichiarazioni del direttore sportivo giallorosso.

MENTALITA’«Non è semplice entrare nel subconscio dei giocatori. Il lavoro dell’allenatore deve essere quello di far capire loro quanto sia importante mentalizzarsi, perché perdere punti con squadre con meno blasone li paghi. Quello che è successo settimana scorsa ha penalizzato la squadra. Si parla di ragazzi che hanno 24-25 anni: è la mentalità su cui dobbiamo lavorare e crescere».

KALINIC – «Questo è un aspetto dove a Roma si tende a bruciare tutti. Kalinic ha fatto 100’, non perché ha fatto schifo ma perché gli hanno rotto il perone. Non è arrivato in condizionali ottimali, ora è tornato il Kalinic vero. Se farà gol si potrà vedere un giocatore diverso».

PARTITELLA PRE-PARTITA «Nel pre partita si provano le situazioni di campo, si fa più possesso palla che una partitina per acquistare brillantezza».

MERCATO«Adesso abbiamo un centrocampista in meno: nella nostra rosa iniziale Pellegrini è partito in mezzo, poi è stato orientato sulla trequarti. Oggi rientra Cristante, ma è possibile che entri un prospetto giovane in mediana. Valuteremo il da farsi, portare via un giovane alla sua squadra è difficile a gennaio. Il nome? Ce l’ho in testa, lo seguiamo da tempo ma amo essere omertoso perché appena parli…».