Connettiti con noi

Hanno Detto

Pimenta (Pogmentary): «Il prossimo sarà l’ultimo contratto. Paul ha un obiettivo chiaro»

Pubblicato

su

Pimenta (Pogmentary): «Il prossimo sarà l’ultimo contratto. Paul ha un obiettivo chiaro». Le parole su Pogba

Nel corso di Pogmentary, parla anche la “seconda mamma” di Paul Pogba, Rafaela Pimenta, legale di fiducia che ha trattato il ritorno del francese alla Juve.

Ecco le dichiarazioni sul centrocampista atteso dalla Juventus.

UOMO «Paul è cambiato tanto dalla morte del padre. Penso che sia un nuovo Paul, è diventato uomo. Noi abbiamo vissuto emozioni enormi insieme, dalla vittoria della Coppa del Mondo ai figli, all’incontro con la compagna. C’ero in ogni momento».

MERCATO – «Lo United lo rivoleva, lui disse: ‘Tornerò sì, devo finire la mia storia lì”. Ha firmato, ma non ero così sicura che sarebbe stato lo stesso, un ritorno da eroe. Penso che la storia sia più riguardo a un giocatore al top della carriera, che vuole raggiungere premi importanti, trofei e grandi traguardi. La sfida ora per Paul è decidere quale club sarà in grado di portarlo a quell’obiettivo. Alla sua età, il suo prossimo contratto sarà l’ultimo lungo della carriera. Vedremo se sarà ancora con lo United o se andrà a fare la storia altrove».

SOGNO – «È un performer. E vuole davvero alla fine della sua carriera fare qualcosa che sia in tv, cinema, cose così. Paul ha un secondo sogno. Essere un artista, perché lo è. Per me è il più grande artista che ci sia, perché sa esibirsi, non è timido in video, può fare tutto ciò che gli chiedono».

AMERICA – «Si identifica molto negli sportivi americani. Questa cultura non è molto aperta a calciatori che fanno altro, icone anche fuori dal campo, l’America è più aperta a questo, se lo aspettano. Le persone non sanno quanto e quanti giorni lavora un calciatore, è complesso. Il segreto è bilanciare bene lavoro e riposo. Consigliamo sempre a Paul di andare in posti caldi per recuperare. Così può lavorare e nel mentre sentirsi in vacanza, meglio. Viene criticato per questo, non riescono a capire che se è felice recupera più in fretta».