Porrini: «Pirlo? Sensazioni positive, ma avrei preferito Dzeko»

© foto www.imagephotoagency.it

Porrini: «Pirlo? Sensazioni positive. Avrei preferito Dzeko». Le dichiarazioni dell’ex difensore della Juventus

Sergio Porrini, l’ex difensore della Juventus, oggi vice nella nazionale albanese, ha rilasciato un’intervista a Stadio Aperto, trasmissione di TMW, in cui ha parlato della prima uscita della Juventus in campionato e ha anche commentato alcune scelte di mercato.

ATTACCO – «Morata, Dzeko e Suarez sono tre giocatori completamente diversi: sembra che non ci fosse un profilo predefinito indicato dall’allenatore. A me tra i tre quello che piaceva di più era Dzeko. Si sposava meglio con Ronaldo ed è un giocatore che fa giocare bene la squadra, permettendoti di alzare la palla su di lui quando sei in difficoltà, facendo salire la squadra. Si è andati su un giocatore già conosciuto, che alla Juventus aveva fatto bene ma che negli ultimi anni ha un po’ stentato senza far vedere fino in fondo il proprio valore. L’ennesima scommessa».

MODULO – «I campioni sono tanti, logico che nella prima uscita il modulo a due punti comporti difficoltà e che qualcuno venga penalizzato. Non è facile farli giocare tutti, l’unico che si può adeguare a una fase difensiva importante, come ha mostrato a Parma, è Kulusevski. Per metterli tutti o fai un 4-3-3 o un 4-2-4, ma penso che quest’ultimo, tranne che nelle difficoltà, non lo vedremo mai».

JUVE-SAMP – «Sicuramente le sensazioni sono state positive: già aver concesso quasi nulla in una partita come questa, a fronte di una Juve che lasciava molte palle gol, è già buono. Messa bene in campo, ordinata e a sprazzi ha fatto vedere ottime cose, senza mai andare in difficoltà. Lascia ben sperare, ma bisogna aspettare un attimo. Sicuramente si è visto meno individualismo e una maggiore ricerca del collettivo: si è visto qualcosa di diverso».

LEGGI ANCHE: Higuain Inter Miami: si allena, ma non può ancora giocare. Il motivo – FOTO

Condividi