Sconcerti silura Morata: «Non è un fenomeno, Dzeko era un’altra cosa»

sconcerti
© foto www.imagephotoagency.it

Il giornalista Mario Sconcerti ha rilasciato un’intervista, parlando così del colpo Alvaro Morata della Juve

Ai microfoni di TMW Radio, durante la trasmissione Stadio Aperto, Mario Sconcerti ha parlato così del colpo Alvaro Morata della Juve. Le dichiarazioni del giornalista.

«Lo hanno preso in prestito per due stagioni, e credo che a quel punto, se non prima, avranno un nuovo centravanti. Il giocatore è certamente molto duttile e internazionale, ma non è certamente un fenomeno: è inferiore sia a Milik che a Dzeko. Fosse venuto alla Fiorentina sarei stato discretamente soddisfatto, ma neanche troppo: sai chi è, e probabilmente anche che non basta. Magari sarà anche importante, ma Dzeko era un’altra cosa. Di questioni strane ce ne sono state: prima Suarez mollato appena ha fatto l’esame, come se avessero saputo che sarebbero andati per le lunghe all’improvviso, ma anche i problemi della vecchia Roma. Chiaro che su Milik c’è stata una frenata di Friedkin, ma una squadra come la Roma non può stare un anno e mezzo non può stare con il suo miglior giocatore che di fatto è già stato venduto. Non puoi farti dire dagli altri chi è il tuo centravanti. Dzeko voleva provare a vincere un campionato, ma la parte più scombinata mi sembra l’abbia fatta la Roma: se lo vuoi vendere, prendi e lo vendi. Non puoi aspettare gli altri. Comunque mi pare che le cose stiano cambiando, Friedkin sembra alla Commisso seppure chiacchieri pochissimo».

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juve LIVE: le ultime notizie sulle trattative bianconere

Condividi