Pradè: «Non c’è serenità, devono essere tutelati tutti gli addetti ai lavori»

© foto www.imagephotoagency.it

Pradè: «Non c’è serenità, devono essere tutelati tutti gli addetti ai lavori». Il dirigente sportivo della Fiorentina sulla situazione

Daniele Pradè, dirigente sportivo della Fiorentina, ha parlato a Sky dopo l’emergenza Coronavirus ricollegata al mondo del calcio:

EMERGENZA – «Caos delle ultime ore? Da dirigente dico che dobbiamo attenerci alle direttive che ci daranno. Abbiamo vissuto una settimana particolare chiudendoci ai campini e facendo test medici due volte al giorno. Tutto è anomalo. Se la Lega ed il governo dicono di giocare noi lo facciamo. Martedì ci sarà un consiglio federale e decideremo il futuro del campionato. I giocatori sentono la situazione, non c’è serenità. La nostra linea è chiara, devono essere tutelati tutti gli addetti ai lavori, non solo i calciatori».

Condividi