Procuratore Napoli: «Sembra un caso, ma stranezze sempre con la Juve»

© foto www.imagephotoagency.it

Maresca, procuratore Napoli: «Sembra un caso, ma capita sempre con la Juve. Una gestione da parte della Lega e della Figc imbarazzante»

A Radio Punto Nuovo, ha parlato Catello Maresca, magistrato, sostituto procuratore Generale presso la Procura di Napoli:

CASO JUVE-NAPOLI – «Sono molto deluso dall’andamento del calcio in Italia. Juventus-Napoli alimenta questi sentimenti, una brutta pagina del calcio italiano, con i calciatori che si allenavano per una partita che non si sarebbe mai tenuta. Una gestione da parte della Lega e della Figc imbarazzante. Noi che dobbiamo combattere con problemi di varia natura, siamo costretti a vedere queste farse. Sembra un caso, ma capita sempre con la Juve. La Juve avrebbe potuto non scendere in campo, abbiamo dato l’immagine che bisogna scendere in campo solo per vincere. L’idea di dover vincere a tutti costi, di non prendere una posizione è triste. Si sarebbe potuto superare il formalismo delle carte bollate. Si perde l’autenticità dello sport e che fa tanti appassionati in tutto il mondo».

MANDATE I PRIMAVERA – «La Lega voleva giocare a tutti i costi? De Laurentiis avrebbe fatto bene a mandare la Primavera così la Juve avrebbe vinto 11 a 0 e sarebbero stati tutti contenti. Il protocollo fatto a maggio è superato: se non mettono mano ad una modifica delle condizioni generali salteranno tante partite».

LEGGI ANCHE: Juve-Napoli: l’articolo 55 contro lo 0-3 a tavolino. I dettagli

Condividi