Raiola: «Pirlo? Se fa quello che sa, non ce n’è nemmeno per Guardiola»

pirlo juve
© foto www.imagephotoagency.it

Mino Raiola parla dei temi vicini alla Juventus: ecco le parole del noto agente su Andrea Pirlo, Bernardeschi e De Ligt

Mino Raiola, noto agente, è stato intervistato dai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue dichiarazioni su Pirlo, Bernardeschi e De Ligt.

PIRLO«Una bella sorpresa credo che Agnelli abbia pensato di fare qualcosa di spettacolare, di rivoluzionario. Questo non vuol dire che non sia l’allenatore giusto per questa squadra. Nel calcio bisogna saper prendere le opportunità al volo, auguro a Pirlo che questo sia il treno giusto per lui. Di certo se la Juve di Pirlo giocherà con il talento che mostrava lui, allora amen. RIschierebbe di doversi nascondere anche Guardiola… ».

BERNARDESCHI «E’ consapevole di quello che vuole fare  mi piace perché ci siamo confrontati a lungo e ho visto un ragazzo che non si è seduto. La sua carriera non è a un punto di fine ma di inizio. Io credo sia un giocatore da Juventus, ma se ci saranno condizioni migliori per lui o per la Juventus valuteremo. Credo però il club punti ancora su di lui, a prescindere da un contesto nuovo come quello di Pirlo».

DE LIGT«Per l’Olanda è un nuovo Rembrandt tratta di un ragazzo straordinario, non solo come persona ma come atleta. Adesso sta riprendendosi da questo infortunio, la Juve con lui ha un tesoro in mano importante».

POGBA – «Pogba è al centro del progetto tecnico. Anche negli altri anni il Manchester United non ha aperto a nessuna trattativa. Rinnovo? Se ne sta parlando da tanto tempo, senza nessuno stress».

DONNARUMMA«Di Gigio non ho parlato e non voglio parlare so quanto sia sensibile questa questione con i tifosi e con tutto l’ambiente. Non è il momento, ci sono altre priorità, per noi e per il club. Vedremo quale sarà la volontà del giocatore».

 

Condividi