Rizzoli: «Trattenuta su Bernardeschi? Ecco cosa ha valutato l’arbitro»

Iscriviti
© foto As Roma 29/01/2018 - assemblea elettiva FIGC / foto Antonello Sammarco/Image Sport nella foto: Nicola Rizzoli

Nicola Rizzoli, designatore e responsabile degli arbitri, ha parlato degli ultimi episodi in Serie A, come la trattenuta su Bernardeschi

Nicola Rizzoli, responsabile degli arbitri, ha parlato a Sky Sport degli episodi dubbi in Serie A.

BERNARDESCHI«La posizione non influisce. L’arbitro lo ha valutato come un corpo a corpo. L’attaccante prende posizione e il difensore cerca di recuperarla. Queste sono situazioni che vanno valutate in campo».

PERISIC«C’è un rigore che oggettivamente è da punire. L’attaccante prende il tempo al difensore, indubbiamente se quest’ultimo utilizza le braccia e lo fa in maniera fallosa è un rigore da punire. Il VAR deve andare in cerca delle situazioni oggettive. E qui di oggettivo c’è la dinamica e il braccio che è al di sopra delle spalle, che quindi impedisce al giocatore di saltare. In questo caso il VAR sarebbe dovuto intervenire. È un errore individuale».

MAROTTA«Apprezzo i toni, ma colgo l’occasione per ricordare a Marotta, forse non ne era informato, che da quest’anno abbiamo inserito la figura di Gianluca Rocchi, con il compito di mediare tra gli arbitri e le squadre. L’obiettivo è quello di migliorare la comunicazione: le parole arrivano dopo che abbiamo già creato questa figura. Marotta dice che non è ufficiale? So che è già stato alla Sampdoria, alla Lazio. Andrà a breve al Milan, so che la Lega ha mandato un fax a tutte le squadre di Serie A, noi l’abbiamo ufficializzato al raduno di Tivoli. È ufficiale al 100 per cento. Anzi, da quel che so io aveva parlato con Ausilio per andare da loro in ritiro, ma in questo periodo, per tamponi e situazioni del genere, non è stato possibile. Probabilmente Marotta non lo sapeva».

LEGGI ANCHE: Spezia Juve: le tre cose che non hai notato

Condividi