Spezia Juve: le tre cose che non hai notato

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Spezia Juve: le tre cose che non hai notato della partita del Manuzzi. Gli episodi più curiosi sfuggiti all’attenzione dei più

Spezia-Juve: le tre cose che non hai notato. Oltre la vittoria, oltre l’ottimo secondo tempo, oltre il ritorno di Cristiano Ronaldo. Tre episodi sfuggiti all’attenzione dei più.

1. Il Var questa volta sorride a Morata: nuova esultanza

Questa volta è buono! Alvaro Morata segna il gol dell’1-0 (inizialmente annullato per fuorigioco e poi convalidato dal Var). Una gioia dopo la sfilza incredibile di reti cancellate dalla tecnologia. L’esultanza a scoppio ritardato: con Morata intento a portare le braccia dietro la schiena, come a volersi ritrarre il più possibile. A volte è davvero questione di centimetri

2. McKennie rompe la rete

Minuto 44, McKennie vicinissimo al gol: lo statuinitense a un passo dalla linea di porta si fa anticipare da Chabot. In rete ci finisce lui, rompendola e costringendo gli addetti del Manuzzi alla pronta manutenzione

3. Ronaldo-Chiesa: è già feeling

Chiesa si guadagna il rigore e va a consegnare il pallone che lo ringrazia e poi trasforma. Propio l’ex Fiorentina è il primo ad andare ad abbracciare CR7 dopo la trasformazione. Feeling già scattato

Condividi