Durante, retroscena su Arthur: «Un’italiana se lo lasciò scappare»

Iscriviti
arthur melo juve
© foto www.imagephotoagency.it

Sabatino Durante, esperto di calcio brasiliano, ha parlato così di Arthur, centrocampista del Barcellona seguito dalla Juve

L’esperto di calcio brasiliano, Sabatino Durante, ha rilasciato un’intervista a Tuttomercatoweb.com, parlando così del centrocampista del Barcellona Arthur. Queste le sue dichiarazioni.

ARTHUR – «Lo conosco dal novembre del 2016. Lo scoprii quando Lucas Barrios, che era il centravanti del Gremio, mi chiamò per segnalarmelo. Giocava da ala destra in un centrocampo a quattro. Siamo andati a cena a fine partita e ho visto che non era un esterno…».

SEGNALAZIONI – «Parlai con mister Portaluppi e gli esposi i miei dubbi. Iniziò il Gaucho nel 2017 e lì feci una relazione parlando di un giocatore che era un po’ Verratti e un po’ Xavi. Gioca di prima o a due tocchi, destro e sinistro. Inizio a tartassare una squadra e un direttore sportivo a cui dico sin dall’inizio dell’anno di prenderlo. Doveva rinnovare a luglio ma bastavano 5 milioni di clausola per prenderlo».

ITALIANA – «Tite mi parlò di Arthur come pronto per la Nazionale. Che succede? L’italiana e le italiane dormono. Renan Lodi era stato offerto ma è andato a Lione… I grandi non vengono da noi. Li facciamo giocare in ruoli sbagliati o prendiamo giocatori con condizioni sbagliate».

Condividi