Sacchi: «Calcio? Non riesco a pensarci. La testa va alla gente morta»

Iscriviti
sacchi
© foto www.imagephotoagency.it

Sacchi: «Calcio? Non riesco a pensarci. La testa va alla gente morta». Parla l’ex allenatore del Milan nel giorno del suo compleanno

Arrigo Sacchi, ex allenatore del Milan, è stato intervistato da La Gazzetta dello Sport nel giorno del suo 74esimo compleanno.

Le sue dichiarazioni: «Come ripartire con il calcio? Non riesco a pensarci. Un conto è rivedere vecchie partite, un conto è ragionare sulla formula migliore di campionato. Non ci riesco. La testa va alla gente che muore, ai telegiornali sul Coronavirus. Eppure, prostrati come siamo, avremmo così bisogno di sport… L’attività stimola endorfina e serotonina. Ci tirerebbe un po’ su il morale».

Condividi