Schick, parla il ds della Samp: «Ha scelto tutto lui»

schick
© foto Instagram

Il ds della Samp Carlo Osti ha parlato della lunga telenovela Schick: «Ha due agenti che valutano per il mercato»

Il caso Patrick Schick fra Juve, Inter, Napoli e Roma si è risolto solo alla fine. La questione scoppiata con i problemi cardiaci evidenziati durante le visite mediche al J Medical ha avuto una conclusione solo ad agosto inoltrato. Ma per il bene del calciatore, che voleva approdare in una società capace di giocarsi il titolo, e della società Sampdoria, che incassa la bellezza di 40 milioni di euro, si è conclusa nei tempi giusti. Carlo Osti il ds della squadra blucerchiata ha spiegato ai microfoni di Radio Kiss Kiss come si è arrivati alla fine alla scelta della Roma.

«Schick è e sarà un grandissimo calciatore. Non sono di certo io a dirlo» ha esordito. Nei giorni scorsi lo stesso Massimo Ferrero aveva sbeffeggiato la Juve dicendo che si era già pentita di averlo fatto partire. «Ha due agenti che valutano per il mercato. Insieme hanno valutato Roma come la scelta migliore. Di trattative ce ne sono sempre tante. E’ normale che alla fine a prevalere sia la volontà del giocatore».

Non c’è stato quindi un ritorno di fiamma bianconero nonostante il grande lavoro speso nella trattativa da parte del vicepresidente Pavel Nedved. Anche il giorno della presentazione in giallorosso Patrick Schick ha subito lanciato una frecciatina ai bianconeri: «Non ci sono differenze fra la Roma e la Juve». E ora si ritroveranno, stranamente, di nuovo avversari sul campo. Dopo che in tre mesi il talento ceco ha in pratica vestito tre maglie.

Condividi