Sorteggi Champions League, quell’incrocio pericoloso: la Juve vuole evitarlo

© foto www.imagephotoagency.it

Sorteggi Champions League: quali incroci potrebbero esserci nella fase a gironi della competizione europea per la Juve

Giovedì 1 ottobre alle 17.00, presso la Casa del Calcio Europeo di Nyon in Svizzera, andranno in scena i sorteggi della fase a gironi di Champions League. La Juve di Andrea Pirlo, certificata in prima fascia, aspetta di conoscere le sue sfidanti, con alcuni incroci pericolosi da evitare e alcune sfide dal sapore ‘romantico’ per i calciatori della Vecchia Signora.

Sorteggi Champions League: gli incroci possibili per la Juventus

Piovono insidie dalla seconda fascia dell’urna di Nyon. La Juventus potrebbe essere abbinata a queste formazioni: Barcellona, Atletico Madrid, Manchester City, Manchester United, Shakhtar Donetsk, Borussia Dortmund, Chelsea o Ajax. Quali duelli potrebbero andare in scena nella fase a gironi di Champions? Partendo dai calciatori avversari, uno dei pericoli certamente da evitare per i bianconeri è rappresentato dall’Atletico Madrid. Nei Colchoneros, infatti, è stato devastante l’impatto avuto da Luis Suarez: l’attaccante uruguaiano, a lungo accostato alla Juve in questa sessione di mercato, si è presentato alla sua prima con due gol e un assist in 20′. Mica male… Il Pistolero sarebbe un cliente scomodo, scomodissimo da affrontare, con l’Atletico da sempre squadra ostica nel cammino europeo.

Restano sempre in ottica minacce, in casa Manchester City il colpo Ferran Torres è ancora fresco. Il gioiello del Valencia ha stregato Paratici, bruciato però dalla concorrenza del club inglese in estate. Il possibile incrocio con i Citizens prevede anche il faccia a faccia con Joao Cancelo, transitato a Torino nel 2018/2019 e con Pep Guardiola, sogno di mezza estate per i tifosi della Juventus nell’estate 2019 dopo l’addio di Massimiliano Allegri. Premier League pericolosa anche per il Chelsea, con il ‘dente avvelenato’ di Jorginho, sedotto e abbandonato dalla Vecchia Signora dopo l’addio di Maurizio Sarri. Due schegge impazzite in attacco, poi, vecchie conoscenze del mercato Juve: Kai Havertz e Timo Werner. I nomi non mancano neanche per il Borussia Dortmund. Emre Can e quel desiderio di rivalsa dopo la brusca fine del suo rapporto con la Juve, due talenti in attacco accostati alla lista di Paratici: Jadon Sancho e soprattutto Erling Haaland.

Arrivando invece agli incroci ‘romantici’, in casa Barcellona Miralem Pjanic potrebbe subito sfidare il suo recente passato, più volte coccolato ed elogiato nelle sue interviste e messaggi social. 4 anni per il bosniaco alla Juve, club nel quale si è potuto esprimere al meglio e ha raggiunto una consapevolezza importante a livello europeo. Il Manchester United ha un punto di riferimento chiave a centrocampo: Paul Pogba. Il centrocampista è esploso con la maglia bianconera, facendo innamorare di sé i tifosi. È lui il rimpianto, quel sogno da conservare gelosamente nel cassetto per i sostenitori della Vecchia Signora, che lo richiamano a gran voce a Torino…

Champions League 2020/2021: i duelli dei calciatori della Juve

Non solo avversari, però, perché gli incroci di Champions League prevedono anche dei retroscena interessanti per i calciatori della Juve. Arthur e il Barcellona: un amore quasi mai sbocciato, finito nel peggiore dei modi con la lunga assenza del brasiliano dal terreno di gioco. Barça nel destino di altri bianconeri: Matthijs de Ligt ha scelto Torino come destinazione, preferendola al club blaugrana; anche Paulo Dybala e Rodrigo Bentancur sono stati più volte lusingati dalla squadra catalana nel corso della loro carriera…

Proprio De Ligt potrebbe vedersela con il suo passato: l’Ajax. Dalle giovanili fino al debutto in prima squadra a 17 anni, con una finale di Europa League persa e un cammino lodevole, nel 2018/19, in Champions interrotto in semifinale. I Lancieri rappresentano forse la parte più importante del De Ligt calciatore, diventato uomo e professionista in Olanda. Il Chelsea non è stata un’esperienza fortunata per Juan Cuadrado, che ha trovato poi stabilità negli anni successivi a Torino. L’Atletico Madrid, invece, ha rappresentato tanto per Alvaro Morata, nelle ultime due stagioni con i Colchoneros prima di rientrare ‘a casa’ alla Juventus.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juve LIVE: le ultime notizie sulle trattative bianconere

Condividi