Spadafora al Tg2: «Il calcio dev’essere il simbolo della ripresa per l’Italia»

© foto www.imagephotoagency.it

Vincenzo Spadafora parla a Rai2: le parole del Ministro dello Sport e delle politiche giovanili sulla ripartenza del calcio

Dopo l’incontro tenuto ieri con le varie componenti del Consiglio Federale, Vincenzo Spadafora ha parlato ai microfoni di Rai2 nel Tg2 Post. Il Ministro dello Sport e delle Politiche Giovanili, che ha deciso insieme a Lega e Figc per la ripresa della Serie A, ha commentato la ripartenza.

RIPRESA – «La preoccupazione continua ad esserci. Ho trovato paradossale ricevere pressioni sul calcio quando nel nostro Paese si contavano centinaia di morti. Ora che il Paese riparte è giusto che il calcio e lo sport siano il simbolo della ripresa. Il calcio riparte perché siamo in sicurezza, ma non essendo ancora usciti dall’emergenza dobbiamo prestare attenzione».

SERIE B E C – «Stesso protocollo della A? Certo. Ieri quando abbiamo fatto l’incontro erano presenti anche i presidenti di B e Lega Pro. Hanno accettato il protocollo. Ci sono difficoltà di gestione della Lega Pro. Per ripartire bisognerà rispettare i protocolli».

GOL IN CHIARO – «Dobbiamo evitare che l’apertura del campionato si trasformino in assembramenti. Molti tifosi sono contrari, io ho fatto un appello per trasmettere i gol della giornata. Non escludo nessun intervento, anche normativo se fosse necessario, per consentire una disponibilità».