Connettiti con noi

Hanno Detto

Tacchinardi: «Chiesa vuole diventare il numero uno. Se tornasse Pogba…»

Pubblicato

su

Alessio Tacchinardi ha parlato di Juve e della Nazionale, soffermandosi su Chiesa, Ronaldo, Pogba e non solo. Le sue parole

Nel corso di un’intervista a TMW Radio, Alessio Tacchinardi ha parlato di Nazionale, ma anche del mercato della Juventus. Le sue parole sulla crescita di Chiesa e su un eventuale ritorno di Pogba.

POGBA – «A Manchester ha fatto molto meno di quello visto con la Juventus. Lo vidi all’epoca quando era in bianconero, è tecnicamente fortissimo e anche atleticamente. Bello rivederlo ai suoi livelli. Tornasse alla Juventus sarebbe un colpo clamoroso».

RONALDO – «E’ comunque positiva. Ha 36 anni, non è più un ragazzino. A quell’età o hai smesso o stai quasi per smettere. Non è più il Ronaldo di una volta ma la stagione è stata comunque positiva. Passa per tutti il tempo. Questo Ronaldo solo nelle due partite col Porto ha fatto meno rispetto al suo valore. Gli anni prima era stato clamoroso invece. E comunque ammiro l’incavolatura di Ronaldo. Uno che ha tutto, ha vinto tutto, è ancora lì con il veleno per essere più forte dell’altro. Questo devono imparare i giovani di oggi».

CAMBI – «Credo serva Chiellini in difesa. Loro senza De Bruyne e Hazard avranno problemi. Noi con l’Austria abbiamo trovato una squadra tosta, che ha messo grande intensità. Per questo la Nazionale c’è. E’ uscita alla grande con un Chiesa strepitoso».

CHIESA – «Sono due generazioni diverse, credo però che abbiano la cattiveria agonistica e la voglia di migliorarsi, di essere decisivi. Federico credo abbia la voglia di diventare un numero uno. Non molla una palla, cerca sempre di attaccare la porta, di fare la giocata decisiva».