Ulivieri: «Qualcuno non voleva giocare Juve-Inter. Lo sfogo di Zhang…»

© foto www.imagephotoagency.it

Renzo Ulivieri, presidente dell’Assoallenatori, ha parlato delle polemiche scaturite dopo i rinvii delle gare di Serie A

Renzo Ulivieri, presidente dell’Assoallenatori, ha parlato ai microfoni di Rai Radio Uno sulle polemiche relative ai rinvii e ai recuperi di Serie A. Ecco le sue parole.

POLEMICHE – «Non mi sono piaciute le polemiche attorno ai rinvii, probabilmente potevamo fare scelte diverse ovvero giocare le partite anche a porte chiuse e farle vedere a chi era in casa e non poteva uscire. A qualcuno non andava di giocare Juventus-Inter. Probabilmente una delle due società ha fatto questa scelta. Giocare a porte chiuse quando uno gioca in casa può essere uno svantaggio, ma secondo me per un momento queste cose potevano essere messe da parte. La situazione ora andrà monitorata giorno per giorno».

ZHANG –  «Zhang è arrivato dalla Cina e si è subito adeguato al nostro modo di parlare, l’ho presa come uno che non conosce la lingua e spero sia stato un errore di traduzione. Per non falsare il campionato le partite non vanno rinviate e ora andranno recuperate il prima possibile, perché le situazioni cambiano di volta in volta. Giocare a porte chiuse è un altro calcio, ma vuole dire un atto di generosità del mondo del calcio nei confronti dei tifosi, era un investimento che a lungo termine poteva dare anche un buon risultato economico. Il campionato probabilmente lo vinceranno i soliti».

Condividi