Connettiti con noi

News

Ultimissime Juve 2 febbraio: le notizie delle ore 17.00

Pubblicato

su

Ultimissime Juve LIVE, tutte le notizie del giorno in tempo reale. Ultima ora del giorno martedì 2 febbraio 2021

Ultimissime Juve, le notizie del giorno: 2 febbraio 2021


Telecronaca Inter-Juve: chi commenta il match di Coppa Italia

Questa sera, martedì 2 febbraio, alle 20.45 è in programma Inter-Juve a San Siro in una sfida valida per l’andata delle semifinali di Coppa Italia.

Alberto Rimedio e Antonio Di Gennaro, con Alessandro Antinelli e Marco Civoli nel presentation studio e Thomas Villa a bordocampo.

Inter-Juve: le curiosità sul derby d’Italia in Coppa

Ore 16.00 – Il Corriere dello Sport ha riportato qualche curiosità su Inter-Juventus di Coppa Italia in programma stasera.

Le due squadre si sono affrontate 4 volte nelle semifinali di Coppa Italia, nelle edizioni 1937/38, 1982/83, 2003/04 e 2015/16: i bianconeri hanno conquistato il pass per la finale in tutte le quattro occasioni (ultime due ai rigori).
L’Inter ha vinto tre delle ultime quattro sfide di Coppa Italia contro la Juventus (più un pareggio), tante quante nelle precedenti 14 contro i bianconeri nel torneo.
Contro nessuna squadra Álvaro Morata ha segnato più gol in tutte le competizioni che all’Inter con la maglia della Juve (4): ai nerazzurri lo spagnolo ha rifilato anche l’unica sua doppietta in Coppa Italia, nella gara d’andata delle semifinali 2015/16 (3-0 per i bianconeri).

Chi è Peeters: il centrocampista dell’Under 23 chiamato da Pirlo con l’Inter

ore 14.00 – Daouda Peeters, centrocampista della Juventus U23, è stato convocato in prima squadra da Andrea Pirlo nella semifinale di andata di Coppa Italia contro l’Inter. Per lui non è la prima chiamata stagionale coi “grandi”, visto che figurava in panchina anche nel match esterno con il Crotone e in quello dello Stadium col Verona. Peeters in realtà ha anche già esordito in Serie A nella passata stagione sotto la gestione Sarri, subentrando nella penultima giornata contro il Cagliari.

22 anni appena compiuti, il centrocampista belga di origini guineane ha spiccate caratteristiche di fisicità e interdizione e viene utilizzato da Zauli come mediano classico a protezione della difesa. Quest’anno, alla sua seconda stagione in Seconda Squadra, ha già collezionato 16 presenze in Serie C.

Giudice Sportivo Serie A: Pellegrini salta Juve-Roma

Ore 13.00 – Il Giudice Sportivo Gerardo Mastrandrea ha reso noti gli squalificati in vista della 21esima giornata di Serie A.

In vista di Juve-Roma non ci sarà Lorenzo Pellegrini. Il centrocampista giallorosso, ammonito contro il Verona, era diffidato: salterà dunque la sfida contro i bianconeri di sabato prossimo allo Stadium. Stangata anche per Milenkovic, che salterà le prossime due sfide di campionato.

Inter-Juve, Milano tappezzata: striscioni anti-gobbi

Ore 12.00 – Cresce l’attesa per il Derby d’Italia a Milano. In attesa di Inter-Juve di questa sera, la città è stata tappezzata di striscioni contro il club bianconero.

In giro per il capoluogo lombardo si vedono infatti striscioni con la scritta: “Milano No Gobbi”. Una vera e propria campagna anti-Juve.

Khedira: «Qui per portare la mia esperienza»

Ore 11.30 – Dopo essere passato all’Hertha Berlino, Sami Khedira si presenta in conferenza stampa. Le parole del tedesco.

BUNDESLIGA «Sono stato dieci anni lontano dalla Bundesliga. Voglio giocare e assumermi responsabilità. Qui ho sentito enorme apprezzamento e una grande fiducia. Abbiamo una squadra giovane che ha un grande potenziale. Vorrei fare del mio meglio per aiutare la squadra a vincere!».

SFIDA«Amo le sfide. Che tu stia giocando per un titolo o per evitare la retrocessione, alla fine il calcio è sempre questione di vincere. Faccio parte della squadra e voglio portare la mia esperienza e le mie qualità!».

NUMERO«Avevo già il numero 28 allo Stoccarda, è stato il mio primo numero da professionista e mi ha reso campione di Germania. Quindi in un certo modo chiude un cerchio, anche se i numeri di maglia non sono decisivi per me».

Mandragora Torino: quando scatta l’obbligo di riscatto? I dettagli dell’accordo

Ore 8.50 – Rolando Mandragora ha lasciato la Juve e l’Udinese per unirsi al Torino in prestito, per 18 mesi, con obbligo di riscatto. Stando a quanto riferito da Tuttosport, il piano per far scattare l’obbligo di riscatto (al raggiungimento di determinati obiettivi di squadra i granata verseranno innanzitutto 1,5 milioni alla Juve). Il Torino potrà riscattare il centrocampista già la prossima estate a 16 milioni. Nel giugno del 2022 invece il riscatto è fissato a 9 milioni: requisito, la salvezza. In caso di retrocessione il Toro potrebbe esercitare un riscatto a 14 (più alto poiché il club granata, nuovamente, lo acquisterebbe per realizzare una plusvalenza dalla sua cessione: clausola che garantisce al giocatore di evitare la B). Con il passaggio al Toro il giocatore ha rinnovato il contratto dal 2022 al 2025.

Scamacca Juve, i perché di un affare che non è mai decollato

Ore 8.10 – Niente punta, niente Scamacca. Perché alla Juventus non è arrivato il giovane centravanti classe ’99 del Sassuolo ma in prestito al Genoa? Tuttosport fa il punto: Fabio Paratici non voleva impegnarsi con un obbligo di acquisto per un giocatore che non riteneva indispensabile per finire la stagione. Le partite di gennaio hanno messo in evidenza Kulusevski ma anche la duttilità di Ramsey e Chiesa. Tutto questo ha reso l’impegno a sborsare 25 milioni di euro per Scamacca troppo gravoso in tempi di austerità da Covid.

LEGGI ANCHE: Rassegna stampa Juve: le prime pagine di oggi

Continua a leggere
Advertisement