Zauli: «La squadra è cresciuta, ma siamo solo all’inizio» – VIDEO

Iscriviti


Dopo la vittoria contro il Bologna nell’ultimo match dell’anno, Zauli analizza la sfida e la stagione della sua Juve Primavera

(Mauro Munno inviato a Vinovo) – La Juve Primavera vince anche l’ultima sfida stagionale. I bianconeri a Vinovo superano 3-2 il Bologna e ottengono il 12esimo risultato utile consecutivo. Dopo il match, Zauli ha analizzato così la sfida.

STAGIONE«La squadra è cresciuta, i risultati sono cominciati a venire. Possiamo essere solo contenti ma siamo solo all’inizio, deve ancora finire il girone di andata. Siamo contenti. È il dodicesimo risultato utile consecutivo, penso di essere soddisfatto dei risultati dei ragazzi ma anche perché loro pochissime volte hanno sbagliato atteggiamento. Con ragazzi di 17-18 anni non è semplice. I ragazzi sono migliorati tanto. Giusto adesso il riposo, che è molto importante quanto l’allenamento. Il 2 si ricomincia e si torna nel vivo di tutte le competizioni».

LA GARA«Ci siamo complicati un po’ le cose da soli. Nel primo tempo la squadra meritava il vantaggio, è stato bravo il Bologna che ci ha messo il cuore. Ha trovato i due rigori per riaprire la partita».

CRESCITA«La squadra in generale è cresciuta. Quando si diventa squadra i singoli vengono fuori. Quelli più umili stanno venendo fuori, i 2002 stanno crescendo bene. Il mio compito è di portare fuori più persone possibili. Devono capire che questa è la mentalità per diventare calciatori».

2020«Sto vivendo questa esperienza in una società prestigiosa, abbiamo imparato a conoscerci. Mi aspetto una crescita costante, è giusto sognare di arrivare fino in fondo. Sappiamo delle difficoltà che troveremo ma mi aspetto di continuare ad avere ragazzi che vogliono migliorarsi giorno dopo giorno».

CAMPIONATO«Insidiare l’Atalanta è molto difficile, è campione d’Italia fin dall’anno scorso e sta dominando il nostro campionato. Noi non ci poniamo limiti, vogliamo far crescere i ragazzi. Le somme le tireremo alla fine, i campionati sono molto lunghi e ci sono momenti up e momenti down. Noi abbiamo vissuto 5 sconfitte e anche quello è servito alla squadra, che poi ha raccolto risultati che ci hanno permesso di arrivare qui».

CONTINUITA’«Chiaro che quando vieni da vittorie vorresti continuare il ciclo ma il riposo è fondamentale. Questi ragazzi hanno giocato veramente tanto, qualcuno ha fatto anche i Mondiali in Brasile. Ci sono anche tanti stranieri che fanno sacrifici per stare qua. Io non permetto di sbagliare neanche in allenamento, voi vedete solo le partite, ma per me la squadra è cresciuta molto anche in allenamento».

Condividi