Connettiti con noi

Hanno Detto

Acquafresca: «Juve, ora poco importa il bel gioco. Vi racconto Allegri»

Pubblicato

su

Acquafresca ha parlato di Massimiliano Allegri, suo allenatore ai tempi del Cagliari. Le dichiarazioni dell’ex attaccante

Robert Acquafresca, ex attaccante del Cagliari, è intervenuto a Terzo Tempo su Radio Bianconera.

L’ex centravanti ha parlato della Juventus raccontando Massimiliano Allegri.

JUVE – «Per la Juve ora è fondamentale fare punti, poco importa il bel gioco. Vincere aiuta a vincere e Allegri da questo punto di vista è fenomenale».

RETROSCENA ALLEGRI – «Mi pungolava tantissimo al Cagliari, vedeva in me delle qualità. Finché ti punge l’allenatore è perché crede in te. All’inizio abbiamo avuto un rapporto difficile. Una mattina non ero entrato col piglio giusto, ho sbagliato uno stop e si è scatenato l’inferno. Ci siamo un attimo presi, poi Landucci ha fatto da paciere, ma è stato un modo per tenermi sul pezzo. Con lui ho giocato la mia miglior stagione di sempre».

GESTORE – «Ci sono due tipi di allenatori. Quelli come Allegri o quelli come Sarri, più maestri di calcio che puntano a far giocare bene la squadra. Se dovessi fare l’allenatore seguirei la strada di Max, più gestore. Allegri è quasi un compagno di squadra, ma sa fermarsi al momento giusto».