Alex Sandro: «Il calcio mi ha salvato, da giovane giocavo trequartista»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Alex Sandro: «Il calcio mi ha salvato, da giovane giocavo trequartista». Il terzino si racconta nell’intervista a Claudio Zuliani

Alex Sandro, terzino brasiliano della Juventus, ha raccontato la sua infanzia e i suoi primi passi nel mondo del calcio a Juventus TV.

Le sue parole: «Io non mi fermavo mai. Mia madre e mio padre erano sempre dietro di me che ero in giro. Volevo giocare coi bimbi per strada. Ma ero un bravo ragazzo, non ho mai fatto nulla di grave per i miei genitori. In Brasile il calcio è la salvezza per i ragazzi. Io ho iniziato da attaccante e dopo il terzino. Ho giocato tanto da mezzala anche nell’Atletico Paranaense e nel Santos. Mi trovavo bene ma poi mi hanno spostato. Un allenatore del settore giovanile mi disse: «Ora fai il trequartista, ma se fai il terzino diventerai il terzino del Brasile». Il primo anno in quel ruolo fu terribile».

Condividi