Alla scoperta di Christian Makoun: tutto sul nuovo baby talento bianconero

© foto www.imagephotoagency.it

Con un vero e proprio blitz, la Juventus ha superato la concorrenza di Real Madrid e Arsenal e si è assicurata l’enfant prodige venezuelano Christian Makoun

Domenica 16 luglio 2018 verrà ricordata come la giornata dello sbarco a Torino di Cristiano Ronaldo. Il portoghese, d’accordo con la Juventus, ha sorpreso tutti atterrando a Caselle con un volo privato proprio durante la finale dei Mondiali tra Francia e Croazia. Nello stesso giorno, però, è sbarcato nel capoluogo piemontese anche un baby talento venezuelano, voluto fortemente dal club bianconero. Stiamo parlando di Christian Makoun, acquisto della Juve in visione seconda squadra. Ruolo centrocampista. Classe 2000. Un colpo in prospettiva per il quale Marotta e Paratici hanno vinto la concorrenza di top club europei come Real Madrid e Arsenal. I Blancos sembravano in vantaggio nella corsa al giocatore ma, con un vero e proprio blitz, i vertici della Continassa hanno raggiunto l’accordo con lo Zamora FC, società che ne deteneva il cartellino.

Makoun, un inizio di carriera da predestinato

Considerato l’enfant prodige del calcio venezuelano, Christian Makoun è nato il 5 marzo 2000 a Valencia, terza città del Venezuela. Calcisticamente è cresciuto nelle giovanili dello Zamora FC e con la società bianconera ha mosso anche i primi passi come calciatore professionista. In prima squadra ha debuttato nel 2016 giocando 4 partite nella Coppa del Venezuela. Ma è nel 2017 che è esploso definitivamente mettendo in mostra le sue qualità migliori. Nella passata stagione ha infatti giocato 9 partite in campionato, 2 in Copa Libertadores e 5 nella Coppa Venezuela. Anche con la nazionale brucia le tappe rendendosi protagonista nel Mondiale Under 20, a 17 anni appena compiuti, arrivando in finale, poi persa contro l’Inghilterra. Nel 2018, infine, ha collezionato complessivamente 23 presenza sempre con lo Zamora FC prima del blitz bianconero.

Quantità e qualità: Makoun è il prototipo del centrocampista moderno

Un po’ Pogba, un po’ Essien. Makoun ha stregato la Juventus per la capacità di abbinare quantità e qualità. Dotato di un fisico imponente, 1.81 cm di altezza per 74 Kg, una delle sue doti è quella di essere un eccellente frangiflutti davanti alla difesa, essendo molto abile nello svolgere una fase di copertura efficace. Grazie al suo educato piede mancino, però, Makoun si dimostra un giocatore importante anche in fase di impostazione. Non solo, il venezuelano può all’occorrenza anche svolgere il ruolo di centrale difensivo, come è accaduto in più di un’occasione con le selezioni giovanili della nazionale venezuelana. Infine con il sinistro è in grado di battere insidiosi calci di punizione. In sintesi: un centrocampista moderno.

Articolo precedente
cassanoCassano non ha dubbi: «CR7 un affare per tutti: da Agnelli ai paninari dello Stadium»
Prossimo articolo
Godin alla Juve potrebbe essere questione di ore