Allegri: «C’è da migliorare, ma sono soddisfatto. Dybala? Giocano in 11» – VIDEO

Massmiliano Allegri vince il primo big match contro la Lazio, il tecnico livornese si è detto soddisfatto nonostante ci sia tanto da lavorare

Seconda vittoria consecutiva per la Juventus di Massimiliano Allegri, il mister bianconero nel post partita analizza la gara con la Lazio, chiarisce i motivi delle sue scelte di formazione ed elogia Ronaldo per aver appreso in poco tempo la mentalità Juve. Nel video sopra le parole rilasciate a Juventus News 24. Le sue parole a JTV: «E’ stata una bella partita contro una buona Lazio, non siamo ancora in condizione, bisogna conoscerci meglio. Però capisco che oggi era una giornata particolare. Dico bravi ai miei difensori. Ora dobbiamo migliorare, ma c’è tempo. Bernardeschi sta bene, e ora può fare anche la mezz’ala. Ronaldo ha fatto bene. I cambi sono stati importanti per la gestione della gara. Avevamo bisogno di Emre Can per fermare Milinkovic-Savic. Ci dobbiamo ancora conoscere e sicuramente miglioreremo».

Il tecnico ha poi ampliato il discorso a Sky Sport.

FORMAZIONE – «Nelle prime tre partite è più difficile, si gioca una volta alla settimana. Da settembre in poi ci sarà più ricambio, giocheranno tutti. C’è competizione tra di loro, sono tutti grandi giocatori. Oggi serviva questa formazione all’inizio, poi sono serviti determinati cambi. Dybala? Paulo è l’uomo che ci raccorda bene tra le linee, lo fa in modo straordinario. Quando troveremo una condizione migliore, potremo giocare anche con cinque giocatori offensivi. Più di undici non posso farne giocare».

LA PARTITA – «E’ stato un match diverso rispetto alla partita contro il Chievo, all’inizio abbiamo avuto un po’ di fretta. Il pericolo era andare dietro all’entusiasmo dello stadio per l’esordio di Cristiano, e così abbiamo fatto. Però la squadra dopo ha fatto una bella partita, concedendo poco e ripartendo meglio. Era una sfida importante, il primo scontro diretto, e sono contento anche della condizione fisica».

RONALDO – «Cristiano è con noi da 15 giorni, ha dimostrato di essere un ragazzo intelligente. Ha capito che il campionato italiano è completamente diverso da quello spagnolo e ha compreso il DNA della Juve. Poi tutti aspettano il suo gol, ma sono momenti».

GLI ERRORI – «Passiamo dalla frenesia a momenti nei quali ci addormentiamo. Invece dobbiamo sfruttare anche i momenti dove l’avversario è più stanco. Poi dobbiamo migliorare nel palleggio e nella velocità, anche se con la Lazio non è facile perché gioca sulle ripartenze».

I NUOVI – «Avevamo Cancelo e Ronaldo che sono giocatori nuovi, Bonucci che rientrava dopo un anno… E’ il 30% della squadra, per conoscersi serve tempo».

I CAMBI – «Douglas Costa è entrato molto bene, e così anche Bentancur ed Emre Can».

Articolo precedente
Matuidi al top, le sue parole post Juventus-Lazio – VIDEO
Prossimo articolo
Buona la prima di Max: scelte impopolari e piano gara perfetto