Allegri: «Ho comunicato al presidente che rimarrò alla Juve» – VIDEO

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato al termine del match di Champions League tra bianconeri ed Ajax

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, ha parlato ai microfoni di Sky dopo l’eliminazione della Juventus dalla Champions. Il tecnico toscano ha analizzato la prestazione dei suoi uomini e ha svelato cosa ne sarà del suo futuro.

JUVE AJAX«Nel secondo tempo l’Ajax ha meritato il passaggio del turno. Nel primo tempo avevamo fatto bene, seppur con un po’ di frenesia. Il calcio è bestiale perché poi prendi un gol abbastanza fortuito, lì poi è entrata un pochino di paura. Nel secondo tempo ci siamo allungati e loro hanno meritato il risultato e il passaggio del turno. Dispiace per il secondo tempo, con Kean abbiamo avuto più profondità ma abbiamo perso compattezza. Bravi nel primo tempo, meno bravi nel secondo. Dovevamo portare a casa il risultato nel primo tempo, pensavo che nel secondo avremmo fatto meglio. Nel secondo tempo non abbiamo avuto la pazienza di lavorare, dovevamo sfruttare al meglio le occasioni. Non ho nulla da rimproverare ai ragazzi. Su tre gol presi dell’Ajax ne abbiamo regalati due e mezzo. Ci sono molti meriti dell’Ajax».

INFORTUNATI – «Normale che quando arrivi con tante partite sulle gambe, se hai tutta la rosa a disposizione è meglio. Queste gare si giocano sui dettagli, sulla condizione e sui cambi. Quest’anno siamo stati sfortunati con Khedira, Douglas Costa, Cuadrado, Chiellini… Normale che quando giochi queste gare a distanza ravvicinata puoi pagare».

FUTURO «Nei prossimi giorni parlerò con il presidente. Ho comunicato ad Agnelli la decisione che sarei rimasto, lo avevo deciso da tempo».

RONALDO «Ci ha dato molto in Champions e durante la stagione. Quando arrivi al quarto di finale devi avere tutta la rosa e devi essere nelle migliori condizioni. A noi oggi mancavano 4-5 giocatori importanti».

L’allenatore della Juventus, poi, è intervenuto anche ai microfoni di Juventus TV. Di seguito riportate le sue parole.

L’ANALISI – «Nel primo tempo la squadra ha fatto una buona partita, nella ripresa abbiamo meritato di uscire. Ci siamo allungati, loro negli spazi sono stati più bravi. Siamo stati meno lucidi rispetto al primo tempo».

L’ELIMINAZIONE – «Questo fa parte del calcio, sono cose che succedono. Nel secondo tempo loro hanno avuto tante occasioni fallite, noi abbiamo commesso errori sui gol».

GLI ERRORI – «L’abbiamo agevolata un po’ nel secondo tempo. Abbiamo giocato una partita a tutto campo e loro sono stati più bravi di noi».

L’AJAX – «Due anni fa hanno giocato la finale di Europa League con giocatori importanti dentro. Stanno attraversando un ottimo momento di forma con tutta la squadra a disposizione. Noi ne abbiamo fuori parecchi e quando arrivi in questi momenti 4/5 fuori non puoi permetterteli».

IL CAMMINO IN CHAMPIONS – «Arrivare ai quarti di finale era l’obiettivo minimo. Dispiace essere usciti ma ci riproveremo sicuramente l’anno prossimo. Ora pensiamo a celebrare lo Scudetto e se riusciamo a farlo sabato avremo fatto Scudetto e Supercoppa quindi il 50% dei trofei».

LO SCUDETTO – «Qui si tende a sminuire tutto e sembra tutto facile. A queste serate bisogna esserci, a volte ci riusciamo per meriti nostri se non ci riusciamo sono meriti degli avversari. A fine anno devi portare a casa dei trofei e noi ci siamo riusciti».