Allegri: «Traguardo importante, sul calo fisico…» – VIDEO

Massimiliano Allegri ha parlato al termine del match di campionato tra Juventus e Fiorentina, che ha consegnato lo scudetto ai bianconeri

(Marco Baridon inviato allo Stadium) – Ottavo scudetto consecutivo per la Juventus, quinto per Massimiliano Allegri. L’allenatore della Juventus, dopo aver vinto contro i viola e aver conquistato lo scudetto, ha parlato poi ai microfoni di DAZN.

SCUDETTO«Cuadrado fa sempre così con la schiuma! Sono molto contento, abbiamo raggiunto un traguardo importante e difficile. Abbiamo fatto una stagione straordinaria. Dispiace per la Champions, ma oggi la squadra nelle difficoltà della partita è rimasta ordinata e l’ha portata a casa. È uno scudetto che va festeggiato, non è facile vincerlo. Lo abbiamo vinto a cinque giornate dalla fine e questo dice tanto. Ora abbiamo un finale di campionato difficile. Noi il campionato lo abbiamo vinto a Bologna. Quest’anno abbiamo avuto tanti problemi e per la prima volta, in 11 anni che ho allenato, la squadra ha avuto problemi anche come condizione. Non abbiamo lavorato molto perché siamo sempre stati pochi a causa degli infortuni. Questo scudetto ha un valore importante perché abbiamo avuto tanti infortuni e bisognava schiacciare sull’acceleratore proprio perché la probabilità di perderlo nelle ultime giornate erano alte».

CHAMPIONS«Gli avversari forti ci sono sempre, anche quest’anno. Ho sempre detto che il Barcellona era favorito. Noi abbiamo fatto un errore che ci capita spesso: è un problema psicologico. Quando subisci gol non devi scomporti, la squadra deve rimanere unita. Potevamo assolutamente rimontare. Oggi ai ragazzi ho fatto l’esempio della gara con il Chievo perché lì dopo il pareggio avevamo subito 3 ripartenze. Non accettiamo il fatto che gli altri ci possano far gol. Questa è l’unica cosa che bisogna migliorare e che fa la differenze nelle partite importanti. In tutte le partite poi dobbiamo migliorare anche tatticamente. In queste 5 partite magari farò qualche esperimento, anche per il futuro».