Connettiti con noi

News

Allegri Juve: le 10 frasi di Max che sono entrate nella storia

Pubblicato

su

Allegri Juve, le 10 frasi di Max che sono entrare nella storia. Il tecnico, oltre che per i trofei, si ricorda anche per le sue conferenze stampa

Vincente sul campo, magnetico in conferenza stampa. Massimiliano Allegri è rimasto nel cuore dei tifosi della Juventus non soltanto per i tantissimi trofei messi in bacheca durante i suoi 5 anni in bianconero. Il suo modo di comunicare coinvolgente, sarcastico, se vogliamo quasi filosofico, ha fatto scuola e trasformato qualsiasi appuntamento con la stampa in un autentico show. Abbiamo rispolverato le 10 frasi di Allegri da allenatore della Juventus che sono entrate nella storia.

1. Allegri e i cavalli: «Ho mandato Benatia al prato»

«A 5 anni scommettevo già sui cavalli, perché a Livorno andavo con ‘mi’ nonna a cavalli. Purtroppo ora l’ippica è andata in disarmo, invece era tanto bello per i bambini. A Livorno poi c’è una grande passione. Ora hanno chiuso anche l’ippodromo e quindi non si può più andare. Se ci sono analogie coi calciatori? Molte, infatti Benatia l’ho mandato al prato. Perché i cavalli dopo un po’ che vincono, si mandano al prato a riposare».

2. Pjanic nelle mani del Signore

«L’unica cosa che so è che Pjanic ieri era in mano a Cristo e speriamo che il Signore ce l’abbia rimandato un po’ meglio».

3. La leggenda del corto muso

«Ti intendi di ippica? Nei cavalli basta mettere il musetto davanti, non di 100 metri. Foto, corto muso, chi perde di corto muso è secondo, chi vince si così è primo. Non è che resta scritto “ho vinto di 30”, 84 punti, se il Napoli non le vince tutte bastano ed avanzano pure».

4. Ora viene giù tutto

«Ci sono giocatori che vincono le Champions, i campionati, che si salvano. Poi ci sono quelli che non vincono mai e ci sarà un motivo. Nel gabbione a Livorno ho perso solo un torneo. Ci sarà un motivo. Non c’è più mestiere, è tutta teoria… Quelli che vincono sono più bravi degli altri. Ora vorrei fare un esempio ma se lo faccio viene giù tutto».

5. Allegri come il pesce ratto

«Posso piacere o non piacere, come il pesce ratto».

6. La tattica secondo Allegri

«In Italia la tattica, gli schemi, sono tutte puttanate. Il calcio è arte e gli artisti sono i grandi campioni». 

7. Siete buffi veri, eh?

«Mi viene da ridere col tormentone del primo o del secondo posto, certo che siete buffi veri voi eh? Prima si parlava di primo posto necessario, adesso invece si parla che è meglio arrivare secondi».

8. Mandzukic difensore, Sturaro portiere

«Mandzukic? Potrebbe fare bene qualsiasi ruolo, anche difensore centrale o mezzala. Non il portiere. Il portiere lo fa bene Sturaro».

9. Sempre presente

«Sarri non si presenta in conferenza? Mi dispiace per i giornalisti che non lo troveranno. Io a scuola avevo tante assenze, ma in conferenza ho solo presenze…».

10. Bisogna fare i complimenti ai ragazzi

«Prima di tutto bisogna fare i complimenti ai ragazzi», mantra post vittoria ad aprire qualsiasi conferenza.