Allegri: «Sono infuriato con Pjanic! Barzagli un professore. Higuain…»

allegri
© foto www.imagephotoagency.it

La Juventus ha vinto con la Fiorentina. Massimiliano Allegri, tecnico bianconero, ha parlato al termine della sfida

Successo per la Juventus di Allegri contro la Fiorentina. Massimiliano Allegri, tecnico dei bianconeri, ha parlato così a “Sky Sport” dopo l’incontro: «Abbiamo vinto 1 a 0, un bel risultato. Non abbiamo preso gol, abbiamo rischiato alla fine ma siamo stati imprecisi vicino all’area nel primo tempo. Nel secondo tempo dopo il gol abbiamo avuto altre occasioni. Alla fine dovevamo fare meglio in quell’occasione di Gil Dias e allo scadere Pjanic ha tirato da 50 metri, all’ultimo minuto, e queste cose a me fanno molto arrabbiare perché da un giocatore che ha 500 partite in carriera mi aspetto che faccia finire lì la partita, tenendo la palla. Sturaro terzino? Ha fatto bene da terzino, a parte nel finale perché era scambio. Turnover esagerato? L’anno scorso ho cambiato molto. Abbiamo giocato 6 partite, più i Nazionali hanno 4 partite sulle gambe e stasera, siccome tra 72 ore giochiamo il derby, ho preferito cambiare».

Prosegue l’allenatore: «Il cambio Pjanic-Dybala? Bentancur era un pochino stanco e ho messo Pjanic per avere più palleggio e più copertura in mezzo. Bisogna poi fare i complimenti al professor Barzagli che stasera ha fatto una gran partita Nel campo c’è bisogno di questi giocatori perché magari sono più ascoltati questi giocatori che l’allenatore che è a 50 metri e Barzagli stasera è stato molto bravo. Black-out in alcuni momenti chiave? Bisogna capire il momento della partita. Se sbagli tre passaggi non hai più il comando della partita e in quel momento devi raccoglierti e difendere. Non devi andare avanti in maniera disordinata perché poi concedi campo agli avversari».

Chiosa finale su Bentancur e Higuain: «Bentancur? Deve migliorare tanto perché ritarda un po’ nella verticalizzazione, nel primo tempo c’era da giocare un po’ di più sulle verticali. Ha piede destro e sinistro, gioca sul lungo e sul corto e diventerà un giocatore importante per la Juve. Higuain soffre per la mancata convocazione con l’Argentina? Ho parlato con lui. Ha 30 anni. Ci sono momenti, come ora, che in 5 partite ha fatto solo 2 gol. Oggi il gol lo abbiamo fatto perché lui è attacco bene l’area, cosa che col Sassuolo non ha mai fatto e oggi si è mosso bene. L’anno scorso è stato 3-4 partite senza far gol, capitano questi momenti. L’Argentina? Gli fa bene stare con noi perché si allena. Questo deve essere uno stimolo importante per lui, non la deve vedere come un’esclusione importante, deve reagire in maniera positiva».

Condividi