Allegri in conferenza: «Rispetto per l’Atalanta, ma dobbiamo vincere» – VIDEO

allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Juventus parla alla vigilia del recupero della 26ª giornata contro l’Atalanta. Le parole di Massimiliano Allegri

Previsto alle ore 12 l’inizio della canonica conferenza stampa di vigilia di Massimiliano Allegri. L’allenatore livornese snocciolerà tutti i temi in avvicinamento al match di domani contro l’Atalanta. Allegri in diretta dal Media Center di Vinovo.

INFORTUNI – «Gli infortunati sono Bernardeschi e Cuadrado. Alex Sandro è acciaccato e valuteremo oggi, gli altri stanno tutti bene e domani valuterò. Buffon rientra sicuramente».

PRIMATO – «Siamo in testa da pochi giorni, bisogna essere bravi a non mollar l’osso. Il Napoli è lì e ha grandi possibilità di vincere lo scudetto. Il Napoli può ancora vincere lo scudetto. Domani abbiamo una partita tosta con l’Atalanta, i partenopei non sono tagliati fuori».

MATUIDI – «È rientrato prima del previsto, bene lo staff. Pjanic domani gioca al 99,9%»

ATALANTA – «Hanno una rosa completa ed equivalente in tutti giocatori. Sono fisici e hanno una buona tecnica. Noi abbiamo rispetto ma dobbiamo portare a casa i tre punti con una partita tecnica, fisica e tattica».

JUVE DIVERSA – «Siamo un po’ diversi nelle caratteristiche rispetto agli anni scorsi. Abbiamo Matuidi che è un giocatore di temperamento e di corsa. Ma tutti hanno la voglia di arrivare in fondo e vincere per arrivare agli obiettivi. Per ora siamo in corsa per tutti gli obiettivi. Servono tutti e quindi possiamo cambiare modulo continuamente a seconda delle caratteristiche dei giocatori».

 

NAPOLI – «Stanno facendo una grande annata, faccio i complimenti a loro. Per noi sarà difficile perché abbiamo tante partite e siamo dentro tutte le competizioni. Se non ci fossimo noi avrebbero già vinto lo scudetto e viceversa».

SCUDETTO – «Bisogna fare un passo alla volta. Il Napoli ha 70 punti e può arrivare a 100. È lunghissima, loro possono arrivare in fondo».

SARRI – «Non commento quello che dicono le altre persone. Lui deve essere contento per quanto ha fatto sin qui»

TURNOVER OFFENSIVO – «Dybala ha bisogno di giocare. Devo valutare tra Higuain, che ha preso una botta con l’Udinese, e Mandzukic. Douglas Costa dovrà fare gli staordinari».

CUADRADO – «Ha fatto sabato una visita. Ieri ha corricchiato ma per il momento non è disponibile. È un’infiammazione, in quanto pubalgica, che va valutata giorno per giorno».

BERNARDESCHI – «Ha iniziato il lavoro di rinforzo e speriamo di averlo presto».

RIGORI – «Il rigorista è Dybala. Se si vuole cambiare durante la partita, lo decido io».

HIGUAIN – «Giocatore straordinario tecnicamente, tra i migliori al mondo. Potrebbe persino fare di più».

RECORD PUNTI – «Non mi interessa, io sono contento se vinco il campionato»

DIFESA – «Stanno bene tutti, devo valutare Alex Sandro»

CRISTANTE – «È un giocatore che ho fatto debuttare a 16 anni. Entrò in una partita contro il Victoria Plzen e rischiò di segnare. Si è un pochino perso perché gli avevano confuso il ruolo. Lui è una mezz’ala che ha gol e assist. L’unico ruolo che non può fare è quello davanti alla difesa che era esattamente quello che gli facevano ricoprire».

MANDZUKIC – «Straordinario, può fare tutto. I croati hanno fisicità e tecnica: possono fare tutti gli sport. Riposare gli fa bene per recuperare energie. Lui è importante e lo sarà anche in futuro».

CICLO JUVE – «In questi tre anni mi sono divertito molto, poi per il quarto vedremo. Abbiamo cambiato tanti giocatori e i ragazzi hanno regalato a me, alla società e ai tifosi grande soddisfazione. Quello che abbiamo fatto rimane nella storia della Juventus. Bisogna incrementare questi successi per rimanere nella storia della Juve».

Articolo precedente
Rosucci dopo Verona: «Insieme è più facile» – FOTO
Prossimo articolo
de rossi romaGiudice Sportivo: ammende a Inter e Napoli. Cinque gli squalificati