Connettiti con noi

Hanno Detto

Allegri a Mediaset: «Oggi c’era pressione, i risultati condizionano il giudizio»

Pubblicato

su

Allegri a Mediaset: le dichiarazioni del tecnico della Juventus a margine della partita di Champions League col Malmoe

Massimiliano Allegri ha parlato a Mediaset a margine di Malmoe-Juve.

PARTITA – «Quando giochi in Champions c’è sempre attesa. Il debutto fuori in trasferta dopo tre partite senza risultati: c’era pressione. I ragazzi hanno fatto una buona partita sul piano tencico. In alcune situazioni potevamo fare meglio, dobbiamo migliorare. Ma il percorso iniziato il 14 luglio non cambia, i risultati condizionano il giudizio. Bisogna essere bravi a rimanere i equilibrio».

CLEAN SHEET – «È un segnale, l’avevo chiesto all’intervallo. Perché ti abitui e ti toglie ansia. Szczesny ha fatto una buona partita, degna del suo valore. Come chi è subentrato. Ora pensiamo al campionato».

RITORNO ALLA VITTORIA – «Erano le ultime cinque del mio scorso ultimo campionato e le prime tre di questo. Bisognava vincere se no la striscia si allungava troppo».

MILAN – «Dobbiamo darci un obiettivo che è quello della seconda sosta e vedere a che punto siamo. Il Milan sta giocando molto bene ed è tecnicamente molto forte. Vive un momento di grande entusiasmo e per noi deve essere di stimolo».

ASPETTO MENTALE – «L’aspetto mentale è il 90% di tutto il lavoro. Quando lasci dei punti in campionato giocando a tratti male e con errori singoli come a Udine e a Napoli, vedi le cose più negativamente. Nel 2015/16 prendemmo gol su punizione di Sansone sull’unico tiro del Sassuolo, sbagliando 8 gol. Al ritorno vincemmo una partita brutta, giocando male. Bisogna sempre distinguere risultato da prestazione».