Allegri show: «Non capite nulla… di basket!» – VIDEO

Massimiliano Allegri ha commentato la vittoria ottenuta dalla Juventus con l’Inter con due gol nel finale di Cuadrado e Higuain

La Juventus con un finale strepitoso è riuscita a portare a casa una vittoria importantissima contro l’Inter. Al termine del match, Massimiliano Allegri, ai microfoni di Sky Sport, ha commentato così il successo ottenuto a San Siro: «Innanzitutto c’è da fare i complimenti a tutti. Ha vinto lo spettacolo in campo, abbiamo fatto un altro passettino ma sappiamo che dobbiamo vincerle tutte per arrivare allo scudetto. Abbiamo fatto bene il primo tempo, meno il secondo tempo. Loro sono calati nel finale, era normale. E’ stata una bella partita emozionante. Ora affrontiamo le altre.

Oggi era decisiva, perchè se non vincevamo il Napoli, vincendo a Firenze, ci avrebbe sorpassato. Nelle ultime gare non si sa mai. Oggi il Livorno ha vinto il campionato grazie alla sconfitta del Siena pur pareggiando, è così. Oggi non siamo stati molto bravi nel secondo tempo buttando via palla, ma poi l’abbiamo ripresa».

Su Cuadrado terzino e l’allontanamento nei minuti finali, Allegri spiega: «Cuadrado terzino mi è venuto in mente con il Napoli. a fatto bene, il gol. Ha sbagliato un paio di diagonali, ma bisogna lavorarci. Il mio allontanamento? Sono entrato in campo perchè continuavamo a festeggiare ma mancavano ancora 5 minuti e la partita non era chiusa. Già con il Napoli e Real Madrid abbiamo subito gol al 90’».

Nel finale Allegri si sfoga: «In questo momento la brillantenza manca. Oggi dovevamo cercare Mandzukic e Douglas Costa tra le linee. Quando andiamo avanti palleggiamo e non cambiamo marcia, bisogna andare dentro come all’inizio. Domenica è stata una delle gare più brutte del campionato, sia nostra che loro. Non ci sono stati tiri in porta. E’ poco ma sicuro che abbiamo fatto male, ma se dite che il Napoli ha giocato bene mi fermo e cambiamo discorso… Abbiamo giocato male domenica e a Crotone, non è facile vincere sempre. In 21 partite abbiamo fatto 18 vittorie, 2 pareggi e un ko, altrimenti fai 170 punti. E’ fatale fermarsi, è ovvio. Quanti campionati avete visto? Io una quarantina, non si può sempre vincere ogni partita, ci sono momenti della stagione e vanno capiti. Il calcio è troppa teoria, si parla di schemi e basta

Ve ne intendete di basket? L’azione dura 24 secondi, in un campo corto, giochi con le mani e pensi, hai 3 e secondi e a chi la dai? Al più bravo. Voi pensate che nel calcio con piedi, contrasti e altro vincono gli schemi? Allora paghiamo gli schemi e diciamo che Messi non vale niente, Ronaldo idem e Higuain idem. Non si guardano i gesti tecnici ma gli schemi, questo è il male del calcio italiano, solo schemi! Conta una buona organizzazione difensiva, ma i campioni e il gesto tecnico vanno elogiati. Ma andate avanti così, esaltate lo schemino e non guardate i campioni. Bravi».

 

Articolo precedente
Spalletti: «Il cambio di Icardi? Ecco perché…»
Prossimo articolo
Pjanic: «Vogliamo assolutamente questo scudetto»