Atalanta, il giovane Rigoni confessa: «Mi voleva la Juve, ma…»

© foto www.imagephotoagency.it

Il nuovo baby-gioiello dell’Atalanta ha rivelato un retroscena sull’ultima sessione di mercato che lo ha visto arrivare a Bergamo

Emiliano Rigoni potrebbe essere il nuovo crack dell’Atalanta. Il giovane giocatore, arrivato a Bergamo in prestito con diritto di riscatto dallo Zenit San Pietroburgo, ha già impressionato per le sue giocate e i suoi gol, con la doppietta messa a segno all’Olimpico contro la Roma. Il ragazzo ha impressionato a tal punto che molte big italiane si stanno iniziando a interessare a lui.

In realtà, la Juventus lo aveva già messo nel mirino quest’estate. A rivelarlo è lo stesso Rigoni che, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha svelato alcuni retroscena di mercato negli ultimi mesi: «L’Atalanta è la società che mi ha voluto più di ogni altra. E la Serie A è il top. Non avrei potuto scegliere diversamente dopo l’esperienza in Russia. L’esperienza allo Zenit mi è servita tantissimo. Ringrazio la società per avermi dato l’occasione di misurarmi ad alti livelli, soprattutto in Europa League. Altre offerte? Sì. Penso soprattutto alla Juve, che mi voleva, ma con la Dea parlavo già da un anno. Per me la determinazione con cui un club ti cerca è fondamentale». Infine, un pensiero sul futuro: «Valuteremo cosa fare a fine stagione. Nessun pensiero sul futuro, anche se una cosa posso dirla: non vorrei tornare in Russia. La Premier è il miglior torneo al mondo, subito dopo la A. Vorrei essere acquistato dall’Atalanta o da un’altra europea».

Articolo precedente
andrea agnelliConti Juventus, previsto un rosso di 18,9 milioni nell’ultimo semestrale
Prossimo articolo
Premio Uefa, Modric spegne le polemiche: «CR7 si è congratulato con me»