Benevento-Juventus 2-4, le pagelle: rabbia e Joya, ma che fatica dietro…

© foto www.imagephotoagency.it

Benevento-Juventus 2-4, le pagelle: rabbia e Joya, ma che fatica dietro Rugani e Benatia…

Servono una tripletta di Dybala e una magia di Douglas Costa per strappare i tre punti dalla tana del fanalino di coda Benevento, rivitalizzato da una retroguardia bianconera in giornata storta…

SZCZESNY 6.5 – Non giocava da un mese, ma la panchina non gli fa dimenticare come si para: intervento da urlo sull’azione che conduce poi comunque alla prima rete delle Streghe

LICHTSTEINER 6 – Non il migliore, ma il meno peggio lì dietro: almeno non fa danni, l’unico nella retroguardia bianconera

BENATIA 5.5 – Si fa scappare l’indemoniato Diabaté sul corner che porta al 2-2: un peccato troppo grave nel contesto della solita, affidabile, prestazione

RUGANI 5 – Sole e temperatura decisamente gradevole al Vigorito lo assopiscono: sul primo gol, sulle ripartenze in velocità di Djuricic a squarciare il campo. Sull’ultima va in difficoltà e a momenti Iemmello non insacca l’incredibile 3-3

ALEX SANDRO 5.5 – Quando (finalmente!) sulla sinistra salta l’uomo, arriva la rete di Dybala che sblocca il match. Ma quando si distrae in piena area di rigore, arriva anche il seguente pari giallorosso…

CUADRADO 6 – Fa e disfa, non è una novità: appoggio vincente per il gol di Dybala, ma anche un assist per Sandro dall’altra parte del campo e una rete divorata a tu per tu con Puggioni… (14′ st DOUGLAS COSTA 7 – Sforna una delle specialità della casa: il dessert che butta giù tutto dopo un pranzo a tratti indigesto)

MARCHISIO 6 – Generoso e voglioso, ma purtroppo non basta: si mette in mostra con un paio di ottimi disimpegni, esce tardi in pressing sull’azione del primo pareggio campano (18′ st HIGUAIN 6.5 – Entra affamato, esce con l’imbeccata per il poker di Douglas Costa a referto)

PJANIC 6.5 – La sua ispirazione tiene sul pezzo una Juve che vacilla dopo la sconfitta col Real ma non svacca: Cuadrado spreca la sua intuizione più deliziosa di giornata, allora si mette in proprio e con una giocata sopraffina va a prendersi il rigore del 2-1

MATUIDI 6 – Non è all’apice della condizione, ma è difficile schierare un undici prescindendo da corsa e agonismo del francese: sempre utile

DYBALA 8 – Serviva tutta la sua rabbia dopo la Real delusione, eccola servita: capolavoro ad aprire le danze, altri due centri dal dischetto a spianare una gara divenuta improvvisamente lo Stelvio

MANDZUKIC 6 – Ancora una recita insipida, insaporita almeno da un lampo: subisce fallo in area, cade, ma segna comunque un’incredibile rete da terra. Ma Pasqua, incredibilmente, cancella tutto… (33′ st KHEDIRA NG)

ALL. ALLEGRI 6 – La sfanga. Perché la squadra non è in fiducia, non attraversa il miglior momento stagionale, non gioca bene. Ma sono altri tre punti in meno verso il settimo scudetto di fila…

BENEVENTO: Puggioni 5.5; Sagna 5.5, Djimsiti 4.5, Tosca 5.5, Venuti 5.5; Viola 5.5, Sandro 6 (36′ st Del Pinto ng), Djuricic 7; Brignola 6 (18′ st Cataldi 6), Diabaté 7.5 (25′ st Iemmello 5.5), Guilherme 6. A disp. Brignoli, Rutjens, Coda, Gyamfi, Billong, Sanogo, Volpicelli, Lombardi, Sparandeo. All. De Zerbi 6.5.
ARBITRO: Pasqua di Nocera Inferiore 4.5.

Articolo precedente
dybalaBenevento-Juventus 2-4 LIVE – Gioiello di Douglas Costa, poker bianconero!
Prossimo articolo
Benevento-Juventus: triplo Dybala e perla Douglas Costa, ma che fatica