Connettiti con noi

Hanno Detto

Bergomi: «Inter-Juve partita decisiva. Perdere significherebbe…»

Pubblicato

su

Bergomi: «Inter Juve partita decisiva. Perdere significherebbe…». Le dichiarazioni dell’ex nerazzurro

Giuseppe Bergomi, ex difensore e capitano dell’Inter, sulle pagine de La Gazzetta dello Sport si è soffermato sul big match di domenica tra la squadra nerazzurra e la Juventus.

MOMENTO INTER – «L’Inter è bella da vedere, attacca con qualità e idee, portando tanti uomini oltre la linea della palla. Finché sei in possesso va bene, ma quando perdi palla diventa complicato recuperare se non riesci subito a riconquistarla con la pressione alta».

RIPARTENZE JUVE – «È vero, è così. Con lo Sheriff ci sono state diverse situazioni di pericolo e quando nella ripresa Bruno è passato a fare la punta, la difesa ha sofferto. Un rischio che non puoi correre contro avversari letali come Chiesa, Morata o Cuadrado».

SCELTE DI FORMAZIONE – «Ci sta Darmian come soluzione. A Dumfries manca un ultimo salto di crescita, poi è destinato a prendersi la titolarità. Però, in ottica Juve, credo che Darmian possa garantire più equilibrio. In mezzo, invece, se sta bene, mi aspetto Calhanoglu. Altrimenti toccherà a Vidal, che porta fisicità ed esperienza fondamentali in gare così. La Juve poi non è squadra che va “sopra ritmo” e questo per Vidal può essere un punto a favore».

SFIDA DECISIVA – «Sì, per entrambe. Davanti corrono e anche per un posto in Champions sarà davvero dura quest’anno. Perdere domenica potrebbe portare ripercussioni, soprattutto mentali».