Connettiti con noi

News

Bernardeschi, da diamante a flop: c’era una volta Brunelleschi

Pubblicato

su

La parabola di Federico Bernardeschi, da talento del calcio italiano a esubero scaricato dalla Juve che non gli rinnoverà il contratto

(Di Sandro Dall’Agnol) – Correva l’anno 2017 quando Federico Bernardeschi mandò in ebollizione la piazza fiorentina accettando la corte della Juve. Non senza qualche sotterfugio, basti ricordare la famigerata vicenda del certificato medico.

DA BAGGIO A VLAHOVIC, LA TOP 5 DELLE INCAZZATURE VIOLA – VIDEO

La Vecchia Signora sborsò la bellezza di 40 milioni di Euro per assicurarsi l’astro nascente del calcio italiano, dal mancino fatato e dalla tecnica sopraffina. In Viola si era affermato come esterno d’attacco dall’assist facile e con il discreto bottino di 23 reti in 93 presenze ufficiali.

Numeri abbaglianti come le sue giocate, che però in bianconero raramente si sono apprezzate. Con cifre quasi imbarazzanti se paragonate a quelle prodotte all’ombra del Duomo: 12 gol in 182 caps in bianconero per oscurare le velleità da campione e ritrovarsi il più delle volte umile gregario senza identità.

Perché è impossibile non definire un flop l’evoluzione di Bernardeschi, vittima un po’ di se stesso e un po’ del continuo peregrinare tra un ruolo e l’altro, tra una posizione e l’altra.

CONTINUA A LEGGERE SU CALCIONEWS24

Copyright © Juventus News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 45 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 Editore e proprietario: Sportreview S.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Juventus Football Club S.p.A. I marchi Juventus e Juve sono di esclusiva proprietà di Juventus Football Club S.p.A.