Bernardeschi ammette: «Dybala? Ora ci sarà più spazio per me»

bernardeschi
© foto www.imagephotoagency.it

Il trequartista della Juventus fa il punto dopo la sosta. Tra ambizioni personali, Higuain e vista Scudetto. Ecco le dichiarazioni di Federico Bernardeshi

Dove eravamo rimasti? Ah già, ce lo ricorda Federico Bernardeschi. Grande eroe della trasferta di Cagliari e uno degli uomini più in forma e motivati della rosa di Massimiliano Allegri. E il motivo ha parecchio a che fare con l’infortunio di Paulo Dybala. Come evincibile da quanto dichiarato da Fede ai microfoni di Sky Sport, con anche un’indicazione precisa sul ruolo che gli piacerebbe ricoprire: «Con le assenze ci sarà ovviamente più spazio, dovrò farmi trovare pronto. Gioco dove il mister vuole. Mi piacerebbe fare il trequartista moderno ma so bene che un giocatore moderno deve adattarsi alla squadra. Non è più come una volta, più ruoli sai interpretare e meglio è».

Bernardeschi è quindi tornato sulla scelta di trasferirsi a Torino; una decisione rumorosa e mal sofferta dai tifosi della Fiorentina, ma sulla quale il 33 non ha mai avuto grandi dubbi: «Non ci ho pensato su nemmeno un momento. Quando le due società mi hanno comunicato la possibilità di arrivare alla Juve ho detto sì senza problemi. Ognuno la pensa diversamente, bisogna prendere le decisioni migliori per sé stessi. La scelta più giusta per la mia carriera e il mio futuro era venire qui». Infine le parole al miele per l’assopito compagno Gonzalo Higuain, e la personale previsione per lo Scudetto: «Non segna da 5 gare? Il Pipita è sereno e tranquillo. L’anno scorso segnava tanto e credevo lavorasse meno per la squadra. Quando ci giochi insieme capisci il grande lavoro che fa, non gli si può dire nulla. Non è affatto un problema il gol. Scudetto? Vedremo, ora la lotta sembra ristretta a noi e al Napoli, ma il calcio è strano e il campionato è ancora lungo».