Bojinov: «Contento e di essere qui, Legrottaglie persona eccezionale»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Bojinov: «Contento e di essere qui, Legrottaglie persona eccezionale». L’ex Juve ritrova il suo compagno in bianconero a Pescara

Valeri Bojinov, ex Juve arrivato recentemente al Pescara, è stato intervistato da Il Centro parlando della sua nuova squadra, il perché del rifiuto al Catania e di Legrottaglie, suo ex compagno.

ARRIVO – «Sono contento e felice, grazie al presidente e al Pescara. E ovviamente al mio procuratore Gerry Palomba. Senza di loro questa cosa non sarebbe stata possibile. Sono felice e contento di poter vestire questa maglia e di tornare in Italia. La prima cosa è quella di aiutare i compagni a raggiungere gli obiettivi, questa squadra ha grandi qualità, ma ha bisogno di credere di più nei propri mezzi per fare grandi cose. Sono sicuro che tutti assieme possiamo toglierci grandi soddisfazioni».

PESCARA E GOL – «Credo che sia normale questo, ma la cosa fondamentale è darsi una mano a vicenda perché se il Pescara fa bene anche io faccio bene, altrimenti entrambi faremo male. Voglio portare entusiasmo, fiducia ed esperienza a questa rosa e assieme a Campagnaro e Del Grosso, che conosco, voglio aiutare i giovani per farli rendere al meglio delle loro possibilità».

LEGROTTAGLIE«L’ho ritrovato come allenatore, so che è alla sua prima esperienza come allenatore, ma l’ho ritrovato sereno e tranquillo come da giocatore. È una persona eccezionale e ha la piena fiducia del presidente».

CATANIA«Il Pescara è sempre stata la mia prima scelta e lo sa anche Lucarelli, che stimo tantissimo. Quando mi ha chiamato per propormi di andare a Catania sono stato chiarissimo spiegandogli che preferivo il Pescara perché giocava in B e poteva darmi maggiore visibilità, ma se non fosse arrivato l’accordo con loro sarei andato da lui. Lunedì mattina gli ho dato l’ok, ma poi si è riaperta all’improvviso la pista Pescara e ho avuto dei tentennamenti e così non ho preso l’aereo per Catania. Posso solo dire che mi dispiace e chiedo scusa a Lucarelli che comunque capirà perché è stato un calciatore anche lui. Ora sono un giocatore del Pescara e voglio dare il meglio per questa piazza e questa tifoseria e spero che i tifosi ci sostengano fino in fondo per raggiungere un grande obiettivo e scrivere un’altra pagina importante di storia».

Condividi