Connettiti con noi

News

Bonatti: «C’è un aspetto su cui dobbiamo ancora crescere»

Pubblicato

su

Andrea Bonatti ha parlato della vittoria ottenuta in Coppa Italia dalla Juve Primavera contro la Sampdoria. L’analisi del tecnico sulla gara

(Marco Baridon inviato a Vinovo) – Il tecnico della Juve Primavera Andrea Bonatti ha parlato al termine della vittoria ottenuta in Coppa Italia contro la Sampdoria. Ecco l’analisi del tecnico ai nostri microfoni.

PARTITA – «Si è parlato subito con i ragazzi nello spogliatoio: possiamo essere più incisivi nelle occasioni create e dobbiamo avere un controllo migliore perché un rimpallo può essere decisivo e dobbiamo migliorare sotto questo punto di vista».

CAMPIONATO – «Non so se la partita in campionato con la Sampdoria sarà diversa dal punto di vista della preparazione, la cosa più importante oggi è recuperare le energie perché anche oggi è stato dispendioso. Però è anche vero che manca l’abitudine a giocare ogni tre giorni, quindi da un punto di vista mentale puoi pagare qualcosa, questo è uno dei motivi per cui ho alternato molto i giocatori».

TURICCHIA – «Ragazzo molto intelligente dal punto di vista della comprensione del gioco ed è anche dotato tecnicamente. Secondo me il suo ruolo è quello del terzino, si è destreggiato bene anche oggi con un assist e un rigore procurato. Cerco di schierare i giocatori in campo nelle posizioni in cui si possono esprimere al meglio. Oggi lui lo ha fatto al meglio».

ATTACCO – «Andrea l’ho provato come trequartista anche se non l’aveva mai fatto e fatto una gran partita, Leonardo altrettanto e ha fatto un gol pesante, anche perché dopo che siamo andati sotto siamo tornati in partita».

SOSTITUZIONE BARRENECHEA – «Questione di gestione di energie, Enzo è quello che ci dà i tempi di gioco, ha grandi qualità tecniche che ci permettono di esprimere un giro palla pulito. Corretto alternarlo con Miretti per alternare le energie».

ENERGIE – «Sicuramente le energie sono anche mentali: abbiamo una squadra giovani e io sono convinto che le squadre esperte abbiano meno energie mentali ma più capacità di recuperarle. Abbiamo la fortuna di avere un gruppo numeroso, quindi troveremo sicuramente delle soluzioni. Oggi ha esordito il quarto 2004, Maressa, che ha fatto un’ottima prestazione quindi diamo a tutti un’occasione».

PRESENZA DIRIGENZA – «Credo che sia positivo perché è una presenza costante di sostegno e supporto e non è mai invadente, quindi ci fa piacere: ci danno un’energia positiva senza farla pesare»

LEGGI ANCHE: Avversaria Juve Primavera quarti Coppa Italia: chi affrontano i bianconeri

Continua a leggere
Advertisement