Juve, il CFO Re: «Perdita? Dipende anche dalla Champions. No all’aumento di capitale»

stadium
© foto www.imagephotoagency.it

Dopo l’emissione del bond da 175 milioni di euro, il CFO della Juventus Marco Re ha inquadrato in questi termini la situazione economica del club bianconero

Come annunciato da Marco Re in conference call dopo l’emissione del bond da 175 milioni, la Juventus chiuderà il bilancio 2018-19 in perdita. Ecco le sue parole riportate da Calcio&Finanza: «L’entità della perdita dipenderà anche dall’andamento della squadra in Champions League ma non è in programma nessun aumento di capitale».

Il direttore del club bianconero ha poi spiegato: «Stiamo lavorando per tornare con il segno positivo. L’attività della società è quella di proseguire la strada intrapresa con Adidas. Non sono state date indicazioni sugli anni a venire». E infine sulla gestione del debito: «La dinamica dell’indebitamento è evidente dai numeri. A giugno era di 310 milioni, nell’estate abbiamo fatto una campagna trasferimenti con un saldo negativo di circa 160 milioni. Al netto della capacita di generare cash flow è programmato un aumento del debito per l’esercizio in corso».