Mutti: «Suarez o Dzeko? Pirlo e la Juve hanno l’imbarazzo della scelta» – ESCLUSIVA

© foto M

Il mercato della Juventus e la scelta di Pirlo in panchina: Bortolo Mutti dice la sua in esclusiva a Juventusnews24.com

Bortolo Mutti, ex allenatore di Atalanta e Messina, analizza il momento in casa Juventus. Ecco le sue parole in esclusiva a Juventusnews24 sul mercato dei bianconeri e sulla scelta di Andrea Pirlo, al posto di Sarri sulla panchina della Juventus.

Pirlo allenatore della Juve: un suo giudizio sulla scelta della Juve e le sue aspettative.
«Aspettative? Che possa far bene, una grande responsabilità e un’esperienza di grande rilievo. Per lui sarà una grande prova, è ovviamente inesperto, alla Juve devi raggiungere certi grandi obiettivi. C’è molta attesa nel vedere quello che succederà, una scelta che non ci si aspettava. In passato ci sono state scelte chiare, con grandi allenatori con storia alle spalle. Speriamo che da grande giocatore diventi grande allenatore, ha in mano una Ferrari e speriamo sappia guidarla bene».

Tudor e Baronio e il loro ruolo: in cosa potranno aiutare Pirlo alla prima esperienza in panchina, essendo loro più navigati rispetto al tecnico bianconero?
«Sicuramente è importante avere uno staff a cui puoi appoggiarti, avere collaborazione per realizzare certe idee. Ma dovrà essere lui ha dare l’impronta alla squadra, gestire i momenti e le dinamiche del gruppo, i rapporti. Pirlo dovrà dare grande prova di capacità di gestione».

Un mese fa l’esonero di Maurizio Sarri. Secondo lei è stato giusto mandar via il tecnico toscano? Si era arrivati ad un punto di rottura con la società?
«Non so se si era arrivati ad un punto di rottura, si percepiva di essere in una situazione un po’ così legata ai risultati in Champions League. Si percepiva però la mancanza di una certa simbiosi, nonostante i risultati siano arrivati e questo ti permette di esaltarti in certi momenti. L’eliminazione della Champions ha contribuito in modo rilevante a scoprire certe divergenze. E’ stato un anno vissuto di alti bassi. Non so, magari avendo ancora anni di contratto, avrebbe potuto avere un’altra chance per ricalcare l’annata e magari migliorarla. Poi la Juve ha fatto una scelta praticamente opposta».

Calciomercato Juve. I bianconeri sono alla ricerca di una prima punta di spessore ed i nomi sono ormai quelli noti di Luis Suarez e Edin Dzeko. Mister Mutti chi sceglierebbe?
«Sono due attaccanti che mi piacciono tantissimo, c’è l’imbarazzo della scelta. Suarez è più finalizzatore, vive dentro l’area e vive di più l’area. Dzeko, invece, è molto più di riferimento, bravo a far salire la squadra, aiuta il gioco in uscita. Sono molto bravi, hanno la loro storia, non so chi sceglierà la Juve. Uno dei due sarebbe importante, perdendo Higuain».

La Juve il goleador, e che goleador, ce l’ha già in casa. Ieri Ronaldo ha toccato quota 101 gol con la maglia del Portogallo.
«Fantastico. Per me di goleador ne ha due, Dybala è un giocatore con grande capacità di finalizzazione, ma è anche fantasioso e altruista. Con una potenza di fuoco di un certo rilievo, con innesti come Kulusevski e gli altri, la Juve si presenta con più freschezza e entusiasmo».

A questo proposito. Sembra ancora presto per parlare di lotta Scudetto, anche se ormai mancano solo 10 giorni all’inizio del campionato. Chi vede in lotta con la Juventus per il titolo? Solo l’Inter o altre squadre potrebbero inserirsi?
«L’Inter vuole essere l’antagonista vera della Juventus per la lotta allo Scudetto. Lo sta dimostrando anche con il mercato, una squadra esperta, navigata, per colmare quel gap che c’è stato ma si è già un po’ accorciato. Non guardiamo il punto di differenza dello scorso anno, perchè la Juve pensava ad altro a risultato acquisito. L’Inter è una rivale vera per la Juventus, una squadra che con gli innesti in rosa dovrebbe lottare con responsabilità per lo Scudetto».

Si ringrazia Bortolo Mutti per la disponibilità e la cortesia mostrate in questa intervista

LEGGI ANCHE: Esame di italiano per cittadinanza: cosa deve fare Suarez per la Juve (CLICCA QUI)

Condividi