Buffon: «Real Madrid miglior squadra al mondo. Abbiamo 50% di chance»

© foto www.imagephotoagency.it

Buffon ha parlato alla vigilia della sfida con il Real Madrid elogiando i ‘Blancos’ ed evidenziando le difficoltà della Juve nelle finali

Alla vigilia di Juventus-Real Madrid, andata dei quarti di finale di Champions League, Gianluigi Buffon ha rilasciato un’interessante intervista ai microfoni di ‘Marca’ in cui ha toccato diversi argomenti a cominciare dal complesso Juve per le finali: «Non c’è spiegazione, ma mi piacerebbe vincere le finali. Lo stesso succede con il Barcellona. Abbiamo vinto in un match di 180 minuti, ma perdiamo nei 90. Dovremo giocare le finali in 180 minuti. È difficile trovare una spiegazione, ma dimostra che sappiamo come giocare contro squadre di questo livello. Sicuramente non giochiamo allo stesso modo quando la partita è di 90 minuti rispetto ai 180».

FINALE DI CARDIFF«Ho rivisto la finale molte volte anche se nulla cambierà. Ha vinto la squadra più forte in campo. Ora quello che dobbiamo fare è mettere le nostre qualità e il nostro modo di giocare per raggiungere un equilibrio. Ha vinto la squadra migliore, ma non siamo andati così male per subire una sconfitta del genere. Ci sono delle volte nelle partite in cui la fortuna sorride e altre no, quel giorno non ci ha aiutato».

REAL MADRID«Il Real Madrid è una squadra migliore della Juve. Non lo dico io, la storia lo dice, i record, i numeri e  penso che vincere la Champions sia ancora un sogno che è molto complicato da realizzare. Possiamo competere con il Real Madrid, ma hanno dimostrato nel corso della loro storia e negli ultimi anni che hanno qualcosa di speciale, diverso. E’ la migliore squadra del mondo di gran lunga. Qualcuno ne dubita? Vincere tre Champions negli ultimi quattro anni dice tutto. È la numero uno e nessuno può discuterlo. Squadra invincibile? No, nessuna squadra è invincibile. È una squadra molto complicata da battere. Il Real Madrid può essere favorito, ma il pareggio è ora al cinquanta per cento. Dobbiamo essere ambiziosi. C’è storia e presente, ma la Juve è anche una grande squadra che sa come vincere titoli. Pensi che la partita di martedì sarà come la finale di Cardiff o come  la partita di qualificazione di tre stagioni fa? Ogni gara è diversa. Non vorrei che fosse come Cardiff. Stiamo giocando bene, ma non siamo favoriti. Conosciamo l’avversario contro il quale giochiamo e l’obiettivo è quello di lottare fino all’ultimo minuto della partita del Bernabéu».

CRISTIANO RONALDO – «Ho un’ammirazione illimitata per Ronaldo, è riuscito a migliorare nel tempo. Lo ammiro perché è una persona che sa quello che fa, è pragmatico. Negli ultimi anni ha dimostrato di essere intelligente. Ha cambiato la sua posizione, spende meno energie di prima ma è davvero letale, è davvero un killer. Con quel cinismo sotto porta ho visto solo Trezeguet. Ho avuto la fortuna di giocare contro Ronaldo il brasiliano, con e contro Ibrahimovic, ma Cristiano Ronaldo sta raccogliendo record su record e quindi la mia piena ammirazione».

Articolo precedente
L’agente di Sturaro svela: «15 offerte da tutta Italia per lui»
Prossimo articolo
marottaCalciomercato, l’agente di Lunin: «La Juve lo segue»